0 0
Quaresimali – Ricetta dei Pipatelli siciliani

Condividilo sui social:

O puoi semplicemente copiare e condividere questo URL

Ingredienti

Numero Porzioni:
300 gr di farina di mandorle
375 gr di zucchero semolato
250 gr di mandorle pelate
3 albumi
75 gr di farina 00
1 limone
1 pizzico di sale
2 cucchiai di Marsala
3 olio EVO

Informazioni nutrizionali

12.6g
Proteine
25.3g
Grassi
45.4g
Carboidrati
38.3g
Zuccheri
3.9g
Fibra
465
Kcal

Aggiungi la ricetta ai Preferiti

Devi accedere o registrarti per aggiungere la ricetta ai preferiti.

Quaresimali – Ricetta dei Pipatelli siciliani

Allergeni:
  • Anidride solforosa e solfiti
  • Cereali contenenti glutine
  • Frutta a guscio
  • Uova

Una volta questi biscotti erano tipici del periodo pasquale, oggi si trovano nei panifici e nelle pasticcerie tutto l'anno. Da inzuppare in un Passito o una Malvasia

  • 30 min.
  • 30 min.
  • 60 min.
  • Porzioni 0
  • Media

Ingredienti

Introduzione

Condividi

I quaresimali sono dei delicati biscotti della pasticceria siciliana che non è solo cassata e cannoli. Come recita il suo stesso nome è un dolce che, anticamente, veniva preparato in occasione della Pasqua, durante il periodo della Quaresima. Ma, direte voi, se la Quaresima è periodo di privazione e purificazione, mangiare dolci non è controsenso? Seguitemi. In tempi antichi le migliori pasticcerie della città di Palermo erano i conventi. Le monache di clausura erano unanimemente considerate esperte pasticcere.

quaresimali pipatelli

Con tale maestria riuscivano ad arrotondare le scarse entrate economiche del monastero. Purtroppo durante la Quaresima tali proventi economici venivano a diminuire perché l’osservanza delle regole religiose imponevano un periodo di astinenza; non solo relativamente alla carne ma anche per il latte, le uova e altri grassi di origine animale. Da ciò sembra sia nata l’idea di preparare questi dolci prevedendo l’utilizzo di prodotti esclusivamente di origine vegetale. Buonissimi specialmente se accompagnati da un bicchiere di Passito di Pantelleria o di Malvasia.

Fasi

1
Fatto

In una ciotola capiente mescolare le due farine, metà dello zucchero e la buccia grattugiata di un limone.

2
Fatto

Montate gli albumi a neve e, quando saranno schiumosi, aggiungete lo zucchero rimasto. Continuate fino a quando risultano spumosi e lucidi.

3
Fatto

Cominciate ad unire i due composti molto delicatamente incorporando la farina agli albumi.

4
Fatto

Unire le mandorle intere, il marsala ed un pizzico di sale.

5
Fatto

Ungetevi le mani con un po' d’olio e create dei panetti larghi 4-5 cm fino ad esaurimento del composto.

6
Fatto

Adagiateli su una piastra rivestita con carta da forno e fateli cuocere a 200° per 15-20 minuti.

7
Fatto

Estraeteli, lasciateli intiepidire e, con un coltello a sega, tagliate i panetti a fette oblique dello spessore di 1 cm.

8
Fatto

Adagiateli nuovamente sulla piastra e rimetteteli in forno a 150° avendo cura di girarli più volte fino a quando risulteranno dorati ed asciutti.

Recensioni della ricetta

Non ci sono ancora recensioni per questa ricetta. Scrivi la tua recensione!
spaghetti alla siracusana
precedente
Spaghetti alla siracusana
fagiolini con aglio origano
prossima
Fagiolini con aglio e origano

Aggiungi il tuo commento