0 0
Polpette di pesce spada: profumata ricetta di mare

Condividilo sui social:

O puoi semplicemente copiare e condividere questo URL

Ingredienti

Numero Porzioni:
600 gr di pesce spada
2 uova
6 cucchiai di caciocavallo grattugiato
4 cucchiai di pangrattato
1 ciuffetto di prezzemolo
1 spicchio di aglio
2 cucchiai di passolina
2 cucchiai di pinoli
5 foglioline menta
sale
pepe
per la salsa di pomodoro:
75 dl di passata di pomodoro
1 cucchiaio di zucchero
1 spicchio di aglio
4 foglioline di basilico
1 bicchiere di acqua
olio EVO
sale
pepe

Informazioni nutrizionali

10.2g
Proteine
6.3g
Grassi
5.5g
Carboidrati
3.1g
Zuccheri
0.7g
Fibre
123
Kcal

Aggiungi la ricetta ai Preferiti

Devi accedere o registrarti per aggiungere la ricetta ai preferiti.

Polpette di pesce spada: profumata ricetta di mare

Allergeni:
  • Cereali contenenti glutine
  • Frutta a guscio
  • Latte e derivati
  • Pesce e derivati
  • Uova

Se anche tu ami le polpette allora non farti sfuggire questa ricetta: buone, molto buone, anzi...buonissime.

  • 15 min.
  • 30 min.
  • 45 min.
  • Porzioni 4
  • Facile

Ingredienti

  • per la salsa di pomodoro:

Introduzione

Condividi

Oggi è la volta di queste profumate, delicate e saporite polpette di pesce spada, un altro dei grandi piatti di pesce della ricca e variegata cucina siciliana.

Non so, forse sarà per via della mia smodata passione per le polpette…polpette di ogni tipo, carne pesce o verdure che siano, ma queste occupano un piccolo posticino nel mio cuore. Fin da piccola ricordo di avere sempre amato le polpette. Non c’era domenica in cui alla classica pasta col sugo non seguissero delle morbide polpette di tritato come solo mia nonna sapeva fare. Aveva una tecnica tutta sua che consisteva nel prendere la carne con una sola mano e buttarla nella pentola con il sugo, senza rotolarla fra le mani. Esteticamente venivano fuori delle piccole masse informi ma di una morbidezza e un sapore irraggiungibili.

Ma non distraiamoci troppo e torniamo alle nostre polpette di pesce spada. Mi è capitato di leggere alcune ricette presenti sul web in cui, per la preparazione dell’impasto, la carne del pesce viene frullata con il mixer. Personalmente preferisco fare un classico battuto con il coltello, in maniera piuttosto fine ma senza esagerare; mi piace trovare quei piccoli pezzettini di carne all’interno della polpetta che rende interessante anche la masticazione.

Da non trascurare anche la possibilità che offre la ricetta di condire un bel piatto di pasta con il sugo stesso. In questo caso sarà sufficiente aggiungere un po’ di salsa di pomodoro in più per gustare un delizioso primo piatto di pasta.

Altre ricette col pesce spada cui potreste essere interessati:

carpaccio di pesce spada, involtini di pesce spada con carciofi, pesce spada panato alla palermitana.

Fasi

1
Fatto

Per fare le polpette di pesce spada comprate il pesce dal vostro pescivendolo di fiducia, sciacquatelo sotto acqua corrente e battetelo al coltello piuttosto finemente (in alternativa potete frullare il pesce con il mixer ma, personalmente, mi piace masticare qualche piccolo pezzetto di pesce sotto i denti)

2
Fatto

Trasferite il battuto in una ciotola e condite con aglio, menta e prezzemolo tritati, le uova, il pangrattato, il caciocavallo, la passolina e i pinoli. Aggiustate di sale e pepe e mescolate con le mani gli ingredienti fino a quando si saranno ben amalgamati e avrete un impasto morbido ma lavorabile.

3
Fatto

Formate delle polpette, all'incirca grandi quanto un mandarino, rotolando il composto tra i palmi, adagiatele su un piatto e fate riposare per una mezz'oretta.

4
Fatto

per la salsa:

Versate un giro d'olio EVO in una padella assieme a 1 spicchio d'aglio e lasciate imbiondire.

5
Fatto

Versate la passata di pomodoro e conditela con una presa di sale, un pizzico di pepe, le foglie di basilico spezzettate e un cucchiaio di zucchero. Allungate con un bicchiere di acqua e fate cuocere a fiamma media per 5 minuti.

6
Fatto

A questo punto immergete delicatamente le polpette e coprite con un coperchio. Il tempo di cottura si aggira intorno a 20-25 minuti; ogni tanto muovete delicatamente la casseruola per evitare che si attacchino al fondo. A metà cottura girate le polpette e terminate di cuocere. Servite le polpette di pesce spada ben calde guarnendo con qualche cucchiaio di salsa e una fogliolina di menta.

Rosaria

Recensioni della ricetta

Non ci sono ancora recensioni per questa ricetta. Scrivi la tua recensione!
carciofi arrostiti con aglio e prezzemolo
precedente
Carciofi arrostiti al forno
melanzane ripiene al forno
prossima
Melanzane ripiene al forno: filanti e sfiziose

6 commenti Nascondi commenti

Salve, mi sono innamorata di questo sito a prima vista… Ho sfogliato tutte le ricette, poi ho provato la crema di melanzane (una meraviglia indescrivibile), le frittate di ricotta e gli involtini di pesce spada all’arancia. Non sono una grande amante del pesce spada, di solito lo trovo un tantino secco, ma questi involtini erano soffici e succosi come non mai, e mi hanno invogliato a provare qualche altra ricetta di pesce spada. In particolare mi alletta parecchio questa, tranne per il fatto che il sugo di pomodoro lo mangio malvolentieri. Non avrebbe qualche suggerimento per qualche altra salsa per cuocerle? In ogni caso grazie per questa fonte meravigliosa di golosità.

Cara Marstin, grazie per queste tue parole per uno dei commenti più belli ricevuti.
Per le polpette di pesce spada potresti usare la salsa in agrodolce (con o senza cipolla) anche se un po’ troppo coprente per la carne di questo pesce o una più delicata salsa allo yogurt (e qui ci allontaniamo dalla cucina siciliana). In alternativa fai un semplicissimo salmoriglio (trovi la ricetta su https://www.fornellidisicilia.it/ricetta/tonno-alla-piastra-con-salmoriglio/) dopo aver cotto gli involtini alla piastra o in forno. Un abbraccio 🙂

Grazie mille, trovo sia lo yogurt che il salmoriglio molto interessanti, se non ti sembra troppo irriverente, anche una combinazione dei due. Immagino 15 min a 180° in forno…

Cara Marstin, dipende dalla grandezza degli involtini, se piccolini anche meno perché troppo rischia di renderli eccessivamente asciutti. Per le due salse non saprei, bisognerebbe provare ma, di primo acchitto, avrei qualche perplessità. Poi si sperimenta e invece…Fammi sapere. 🙂

Cara Rosaria, il pescivendolo non aveva pesce spada, quindi per questa settimana niente. La salsa yogurt, limone, olio, aglio e erbette è una cosa che in Turchia servono con il fritto di calamari e devo dire che il contrasto fa un bell’effetto. Quali erbette precisamente non ricordo, sono passati troppi anni da quando vivevo lì. Sinceramente non ho idea di come potrebbe stare sulle polpette di pesce spada, ma i tuoi dubbi mi spingono a cercare un’altra soluzione, vedremo quando sarà il momento. Intanto ho preso un bel polipo, quindi ora vado a divertirmi a trovare un modo nuovo per farlo, sicuramente ci sarà qualche ricetta sul tuo sito. Grazie e a presto 🙂

Ma grazie a te Marstin, scrivimi quando vuoi, per qualunque cosa, anche per ricette non presenti sul sito e vedrò di fare il possibile. 🙂

Aggiungi il tuo commento