0 0
Spitino palermitano

Condividilo sui social:

O puoi semplicemente copiare e condividere questo URL

Ingredienti

Numero Porzioni:
4 brioche Brioche del giorno prima
Per il ragù:
500 gr di tritato di vitello
2 carote
1 costa di sedano
250 gr di pisellini
1 spicchio di aglio
1 cipolla Cipolla piccola
1 ciuffo di prezzemolo
2.5 dl di brodo di carne
1/2 bicchiere di vino bianco
200 gr di concentrato di pomodoro
5 dl di salsa di pomodoro
1 pizzico di noce moscata
1 cucchiaino di zucchero
olio EVO
sale
pepe
per la panatura:
besciamella
qb pangrattato
Per la besciamella:
1/2 lt di latte
65 gr di farina 00
1 pizzico di sale
per la frittura:
qb olio per friggere

Informazioni nutrizionali

5.3g
Proteine
18.9g
Grassi
10.3g
Carboidrati
4.1g
Zuccheri
1.4g
Fibra
235
Kcal

Aggiungi la ricetta ai Preferiti

Devi accedere o registrarti per aggiungere la ricetta ai preferiti.

Spitino palermitano

Allergeni:
  • Anidride solforosa e solfiti
  • Cereali contenenti glutine
  • Latte e derivati
  • Sedano

Non poteva mancare uno degli street food più gustosi della rosticceria siciliana come lo Spitino palermitano, piuttosto calorico ma tanto buono

  • 60 min.
  • 4 min.
  • 64 min.
  • Porzioni 4
  • Difficile

Ingredienti

  • Per il ragù:

  • per la panatura:

  • Per la besciamella:

  • per la frittura:

Introduzione

Condividi

Oggi, anzi stanotte, parliamo di Spitino palermitano. E’ notte fonda e il caldo mi fa compagnia. Guardo la tenda della camera da letto più immobile della Sfinge di Giza e l’ansia di dover trascorrere altre ore in sua compagnia fa aumentare il mio nervosismo. Ok, hai vinto tu! Accendo la luce, mi alzo e prendo un libro di ricette di cucina, mio fedele compagno da molti mesi. Da quando ho deciso di dar vita a questo blog ho trovato un nuovo modo per occupare i miei pensieri, per cui mi dedico alla scelta delle ricette che dovrò preparare questa settimana.

lo spitino palermitano

Mi concentro sulla rosticceria siciliana e le immagini di arancine, crostini, rizzuole, calzoni, rollò, iris, pizzette e ravazzate che mi scorrono sotto gli occhi già provocano una abbondante ipersalivazione. Visto l’imbarazzo faccio alla vecchia maniera: sfoglio le pagine con gli occhi chiusi e quella sarà la ricetta del giorno dopo (cioè della mattina appena iniziata) and the winner is: lo spitino palermitano, una bontà assoluta, leggermente ipercalorica ma chissene… Lo spitino ha forma rettangolare ed è assemblato utilizzando tre mezze fette di brioche (meglio quelle del giorno prima) intervallate da due polpette di ragù, spennellate con besciamella, ricoperte di  pangrattato e infine fritte in olio molto caldo.

P.S. In merito alla brioche le scuole di pensiero sono due: la prima utilizza una sola fetta, la seconda ne unisce due legandole con un po’ di besciamella. Io seguo la prima perché due fette trovo che siano troppo spesse, ma visto che il procedimento cambia di poco a voi la scelta. Ti è piaciuta questa ricetta?  Lascia la tua opinione nei commenti qui sotto e condividilo con i tuoi amici su Facebook.

Fasi

1
Fatto

Per il ragù:

In un tegame fate un trito di cipolla, aglio, sedano, prezzemolo, carote e fate soffriggere in abbondante olio.

2
Fatto

Aggiungete la carne macinata, fate rosolare per 3 o 4 minuti, versate il vino e fate sfumare.

3
Fatto

In una ciotola versate la salsa e, con l'aiuto di un cucchiaio, fate sciogliere il concentrato di pomodoro che verserete nel tegame mescolando il tutto.

4
Fatto

Aggiustate di sale e pepe, aggiungete un cucchiaino di zucchero, i pisellini, la noce moscata ed il brodo di carne. Fate cuocere a fuoco lento per circa 80 minuti.

5
Fatto

Il ragù deve risultare molto stretto e va messo a raffreddare fino a quando risulti solido e senza sughetto.

6
Fatto

Preparazione dello spitino:

Per prima cosa preparate una besciamella piuttosto densa. Sciogliete la farina nel latte, aggiungete un pizzico di sale, coprite e mettetela da parte.

7
Fatto

Tagliate le brioche ricavando delle fette spesse circa 1 cm ed eliminate la crosta; ricordate che per ogni spitino sono necessarie tre fette.

8
Fatto

Formate 2 polpette di ragù che inserirete tra le fette. Quindi avrete tre fette di brioche e due strati di ragù che compatterete con le mani fino a formare un parallelepipedo.

9
Fatto

Continuate in questo modo fino ad esaurimento degli ingredienti posizionando gli spitini su un vassoio, uno accanto all'altro, perché si sostengano da soli.

10
Fatto

A questo punto spalmate la superficie degli spitini con la besciamella; con una spatola eliminate quella in eccesso e spolverate con abbondante pangrattato. Anche per il pangrattato eliminate quello in eccesso.

11
Fatto

Posizionate sopra gli spitini un foglio di carta forno e appoggiatevi delicatamente un vassoio. Capovolgete e procedete alla stessa maniera anche dall'altro lato con la besciamella e il pan grattato.

12
Fatto

Lasciate riposare pochi minuti, quindi separate delicatamente ogni singolo spitino e, con l'aiuto di una spatola, passate un po' di besciamella e pangrattato anche sui laterali.

13
Fatto

Mettete l'olio per friggere in un pentolino dai bordi alti e, quando risulta caldo, friggete gli spitini girandoli da tutti i lati fino a quando risulteranno dorati. Metteteli su carta assorbente per eliminare l'olio in eccesso.

SnE85Xz

Recensioni della ricetta

Non ci sono ancora recensioni per questa ricetta. Scrivi la tua recensione!
scaloppine di maiale marsala
precedente
Scaloppine di maiale al marsala
bistecca siciliana
prossima
Bistecca alla siciliana

4 commenti Nascondi commenti

Scusa sei palermitano/a? Un palermitano non si permetterebbe mai di dire che lo “spirino” è fatto con la brioche. La brioche per un palermitano è una e una sola, quella che si mangia con il gelato

Aggiungi il tuo commento