0 0
Cutumé – frittelle di ricotta al miele

Condividilo sui social:

O puoi semplicemente copiare e condividere questo URL

Ingredienti

Numero Porzioni:
Ingredienti per circa 30/35 frittelle
300 gr di ricotta di pecora
150 gr farina 00
2 uova
1 pizzico di cannella
per friggere:
olio di semi di arachidi
per guarnire:
220 gr di miele
qb cannella

Informazioni nutrizionali

7.1g
Proteine
12.5g
Grassi
36.5g
Carboidrati
21.8g
Zuccheri
1.6g
Fibra
282
Kcal

Aggiungi la ricetta ai Preferiti

Devi accedere o registrarti per aggiungere la ricetta ai preferiti.

Cutumé – frittelle di ricotta al miele

Allergeni:
  • Anidride solforosa e solfiti
  • Cereali contenenti glutine
  • Latte e derivati
  • Uova

Deliziose frittelle di ricotta, uova e farina e ricoperte da miele e cannella

    • Porzioni 10
    • Facile

    Ingredienti

    • Ingredienti per circa 30/35 frittelle

    • per friggere:

    • per guarnire:

    Introduzione

    Condividi

    I Cutumè sono delle deliziose frittelle fatte con ricotta, farina e uova e ricoperte da una generosa quantità di miele e un pizzico di cannella. Questi sono i pochissimi ingredienti con cui si preparano in maniera molto semplice e rapida questi antichi dolcetti della cucina siciliana, al di là dei tempi necessari per la scolatura del siero della ricotta e del riposo dell’impasto in frigo.

    Sembra che il nome derivi da un antico vocabolo greco che viene tradotto con il termine “mucchietto”. E tradizione vuole che a queste frittelle sia data infatti la forma tozza di un mucchietto di impasto il quale, lasciato cadere all’interno dell’olio bollente, assume forma diversa l’una dall’altra.

    La ricetta dei cutumè

    La cucina siciliana è ricca di ricette con ricotta. In larga parte si preferisce la ricotta di pecora a quella di capra perché caratterizzata da sapori e odori più forti e decisi. E non è un caso che per fare i famosi cannoli e le cassate si utilizzi questo tipo.

    Anche i cutumè seguono questa tradizione. E’ importante che la ricotta, prima di essere lavorata, sia fatta scolare per ottenere una pasta più asciutta e compatta. Sarà sufficiente lasciarla la sera prima in frigo e il giorno dopo, dopo averla schiacciata con una forchetta, impastata assieme alla farina e alle uova senza dimenticare la punta di un cucchiaino di cannella in polvere.

    Ottenuto il composto lo si lascia riposare un paio d’ore in frigo quindi, con un cucchiaio, se ne lascia cadere un po’ nell’olio bollente. La cottura aviiene molto velocemente per cui abbiate l’accortezza di girarle frequentemente per ottenere una cottura omogenea. A tal proposito il consiglio è quello di abbassare la fiamma per evitare che possano colorarsi troppo rapidamente all’esterno ma restando crude internamente.

    Fasi

    1
    Fatto

    Dopo aver messo a scolare la ricotta la sera precedente così da privarla del siero, schiacciatela con i rebbi della forchetta all'interno di una ciotola.

    2
    Fatto

    Incorporate la farina setacciata assieme alle uova e ad un pizzico di cannella e mescolate. Otterrete un impasto consistente che coprirete con pellicola trasparente e lascerete riposare in frigo per almeno un paio d'ore.

    3
    Fatto

    Trascorso il tempo portate a temperatura abbondante olio di semi (arachide o girasole). Con un cucchiaio prelevate un po' di impasto (poco meno di 1/2 cucchiaio per non fare cutumè troppo grandi che avrebbero difficoltà a cuocersi uniformemente) e tuffateli con attenzione nell'olio caldo facendo scorrere il cucchiaio tra il pollice e l'indice. Rigirateli spesso cosicché i cutumè assumano una colorazione omogenea e, appena dorati, trasferiteli su carta assorbente.

    P.S. I cutumè richiedono una cottura molto veloce per cui vi consiglio di abbassare la fiamma per evitare che si cuociano troppo velocemente all'esterno restando crudi internamente.

    4
    Fatto

    Nel frattempo mettete a bagnomaria il vasetto di miele, rendetelo morbido fino a farlo sciogliere completamente e cospargetelo sulle frittelline. Completate con un altro pizzico di cannella e servite. Ottime da gustare anche a temperatura ambiente.

    Recensioni della ricetta

    Non ci sono ancora recensioni per questa ricetta. Scrivi la tua recensione!
    pasta con fave fresche e finocchietto
    precedente
    Pasta con fave fresche e finocchietto
    ricetta della marmellata di fragole
    prossima
    Ricetta della marmellata di fragole

    Aggiungi il tuo commento