0 0
I buccellati sono un dolce tipico siciliano al forno consumati durante il periodo natalizio.

Condividilo sui social:

O puoi semplicemente copiare e condividere questo URL

Ingredienti

Numero Porzioni:
Per la pasta:
700 gr di farina 00
300 gr di semola di grano duro
300 gr di zucchero
300 gr di strutto
1 busta di vanillina
1 busta di lievito per dolci
1 pizzico di ammoniaca per dolci
1 buccia grattugiata di arancia bio
3 uova
150 ml latte
Per la farcia:
300 gr di uva passa
200 gr di fichi secchi
150 gr di granella di mandorle tostate
2 cucchiai di marmellata d'arancia
200 gr di cioccolato fondente
200 gr di zucca candita
3 chiodi di garofano Chiodi di garofano in polvere
1 cucchiaio di miele
cannella
250 ml di Marsala all'uovo
Per scurire:
1 tuorlo
3 cucchiai di caffè
Per decorare:
zucchero a velo

Informazioni nutrizionali

6.2g
Proteine
15.6g
Grassi
56.3g
Carboidrati
33.4g
Zuccheri
3.3g
Fibra
371
Kcal

Aggiungi la ricetta ai Preferiti

Devi accedere o registrarti per aggiungere la ricetta ai preferiti.

Buccellati Siciliani- il dolce tipico del Natale siciliano

Allergeni:
  • Anidride solforosa e solfiti
  • Cereali contenenti glutine
  • Frutta a guscio
  • Latte e derivati
  • Uova

I Buccellati sono i tipici dolci siciliani preparati nel periodo natalizio. Una profumata pasta frolla farcita con fichi secchi, mandorle, cioccolato etc. Ecco la ricetta perfetta.

  • 120 min.
  • 35 min.
  • 155 min.
  • Porzioni 0
  • Difficile

Ingredienti

  • Per la pasta:

  • Per la farcia:

  • Per scurire:

  • Per decorare:

Introduzione

Condividi

Se i milanesi hanno il panettone i siciliani hanno i buccellati, i tipici dolci al forno che vengono consumati nel periodo natalizio in tutta la Sicilia. Non esiste zona della Sicilia dove non vengano preparati questi dolci la cui notorietà ha ormai superato i confini nazionali. Possono avere denominazioni diverse: cucciddati, vucciddati, gucciddati o ucciddati ma quasi sempre caratterizzati da un ripieno a base di fichi secchi, mandorle e uva passa. E questo perché difficilmente troverete la stessa ricetta, che differisce da città a città e addirittura da famiglia a famiglia.

I buccellati sono uno dei tanti dolci della pasticceria siciliana in cui forme, dimensioni, farcitura e decorazione finale differiscono da zona a zona. Per cominciare la decorazione finale varia dal semplice zucchero a velo a quella, ben più ricca, fatta con granella di pistacchi e frutta candita oppure con ciliegie anch’esse candite. Per forme e dimensioni abbiamo sia quella rotonda che generalmente troviamo in pasticceria e i monoporzione ricoperti con zucchero a velo. Stesso discorso si ripropone per la farcitura. A casa mia sono due i ripieni che non potranno mai mancare: il primo a base di fichi secchi, mandorle, uva passa e cioccolato e quello con pasta di mandorle, gocce di cioccolato e marmellata.

buccellati dolci tradizionali siciliani

Mi ricordo che…

Io comincio a prepararli in piena estate, quando raccolgo i fichi dall’alberello della mia campagna e li metto a seccare al torrido sole dell’isola. I buccellati infatti sono preparati con pasta frolla ripiena di fichi secchi, mandorle, uva passa e altri ingredienti. Nella mia memoria rimane scolpito un cesto enorme di colore giallo sul quale mia madre adagiava uno strofinaccio multicolore che accoglieva decine e decine di “cucciddati”. Chissà quante vole quelle manine avranno furtivamente aperto quel goloso scrigno per prelevare uno o più pezzi.

Questi dolci hanno la caratteristica di conservarsi molto bene per diversi giorni e quindi, quando si avvicinavano le feste di fine anno si preparava la scorta per tutto il periodo natalizio; e sì perché in Sicilia il periodo natalizio corrisponde ad un arco temporale che si estende dalla “nottata delle Madonna” dell’8 dicembre fino alla Befana del 6 gennaio.

Fino ai 15/16 anni la tradizione prevedeva che la cottura dei buccellati avvenisse nel forno a legna del panificio della signora Pierina. La stessa identica scena si riproponeva in occasione della “nuttata ‘ra Maronna” dell’8 dicembre, quando la carovana in fila indiana si recava al forno con le teglie della favazza sulla testa. In entrambi i casi a sovrintendere alle operazioni di cottura era sempre mia nonna, donna dal carattere schietto e determinato, una specie di vigile urbano che regolava il traffico.

Preparare i buccellati è piuttosto laborioso e complicato. Di solito distribuisco il lavoro su due giorni; il primo giorno preparo la “conza” cioè la farcia con cui saranno riempiti i dolci, il secondo è dedicato all’impasto e all’assemblaggio. Date le quantità quasi industriali che vengono preparate la scelta deriva dalla necessità di evitare numerose ore di lavoro continuativo. In ogni caso, anche se le vostre quantità fossero decisamente piccole, è sempre bene preparare il ripieno come prima operazione per dar modo agli ingredienti di riposare e amalgamarsi.

E se volete un consiglio perché non provate anche i buccellatini con conserva di zuccata?

Nota: questa ricetta è stata pubblicata a Dicembre 2016 e aggiornata a Dicembre 2018

Fasi

1
Fatto

per l'impasto:

Setacciate la farina su una spianatoia e aggiungete lo zucchero e lo strutto a temperatura ambiente. Lavorate il composto per amalgamare bene i componenti.

2
Fatto

Formate una fontana dove romperete le uova assieme alla vaniglia, alla buccia grattugiata di una arancia, all'ammoniaca ed al lievito sciolto in una tazzina di latte. Impastate tutto aggiungendo ancora il latte residuo fino ad ottenere un composto omogeneo e consistente.

3
Fatto

Avvolgete la massa con pellicola trasparente e lasciate riposare in frigo per 30 minuti.

4
Fatto

per la farcia:

In una ciotola piena d'acqua mettete l'uva passa ad ammollare per 30 minuti. Sciacquatela e mettetela a scolare.

5
Fatto

In una pentola tagliate i fichi secchi a pezzetti piccoli; aggiungete la cannella, i chiodi di garofano ed il Marsala. Mettete sul fuoco e cuocete per 5 minuti.

6
Fatto

Togliete dal fuoco e fate raffreddare. Una volta raffreddato il composto, aggiungete la granella di mandorle, la zucca candita, la marmellata di arance, la cioccolata tagliata a tocchetti, l'uva passa, il miele e girate bene il composto.

7
Fatto

prepariamo i buccellati:

Prendete la pasta dal frigorifero e tagliatela a pezzetti di circa 70 g e stendetela in forma ovale con uno spessore di 3 mm.

8
Fatto

Con un cucchiaio prendete la farcia e disponetela su tutta la lunghezza. Richiudetela su se stessa sigillando bene i bordi e curvate a ferro di cavallo. Le forme variano secondo il proprio gusto.

9
Fatto

Con una pinzetta dai bordi seghettati incidete la superficie formando dei piccoli cordoli.

10
Fatto

Sbattete il tuorlo e mescolatelo con il caffè. Spennellate delicatamente la superficie.

11
Fatto

Prendete una teglia, foderatela con carta da forno ed adagiatevi i buccellati. Infornate in forno preriscaldato a 200° per 35 minuti.

12
Fatto

Appena freddi spolverizzate con zucchero a velo.

Recensioni della ricetta

Non ci sono ancora recensioni per questa ricetta. Scrivi la tua recensione!
pasta a frocia
precedente
Pasta a frocia – Ricetta per riciclare gli spaghetti
sciu con crema di ricotta
prossima
Sciù con crema di ricotta: dolci tipici palermitani

Aggiungi il tuo commento