0 0
La Pasta alla Norma è un piatto molto squisito, uno dei capolavori della cucina siciliana.

Condividilo sui social:

O puoi semplicemente copiare e condividere questo URL

Ingredienti

Numero Porzioni:
400 gr di penne rigate
2 melanzane Melanzane medie
1 kg di pomodori maturi
1 spicchio di aglio
ricotta salata
basilico
olio EVO
sale
sale grosso
pepe

Informazioni nutrizionali

5.4g
Proteine
3.6g
Grassi
27.2g
Carboidrati
3.5g
Zuccheri
2.1g
Fibra
119
Kcal

Aggiungi la ricetta ai Preferiti

Devi accedere o registrarti per aggiungere la ricetta ai preferiti.

Pasta alla Norma

Allergeni:
  • Cereali contenenti glutine
  • Latte e derivati

Tra le ricette più conosciute della cucina siciliana la Pasta alla Norma è piatto esclusivamente estivo quando è tempo di melanzane e pomodori freschi.

  • 50 min.
  • 40 min.
  • 90 min.
  • Porzioni 4
  • Media

Ingredienti

Introduzione

Condividi

La pasta alla Norma, e scusatemi sin da subito se potrò apparire un po’ retorica, è realmente uno dei capolavori assoluti della cucina tipica siciliana. In essa sono racchiusi tutti i profumi e i sapori e i colori della Sicilia: dalle saporite melanzane fritte, all’inebriante basilico fino al succulento pomodoro. Poiché mi piace seguire attentamente la stagionalità dei prodotti,  la pasta alla Norma è piatto esclusivamente estivo, perché in estate troviamo melanzane, pomodori e basilico freschi e non di serra. E dato che siamo in piena estate è buona norma preparare la pasta alla Norma (chiedo perdono).

Come per tutte le ricette, la cui gloria varca i confini regionali per assurgere a notorietà mondiale, le varianti esistenti di questo piatto sono innumerevoli. Le due più significative sono la ricetta catanese e quella messinese. La prima prevede l’uso della ricotta salata e il taglio delle melanzane a fette; quella messinese utilizza ricotta infornata e melanzane tagliate a cubetti, ovviamente sempre fritte.

come fare pasta alla norma

Origine della ricetta della Pasta alla Norma

La tradizione attribuisce i natali della ricetta alla città di Catania. La denominazione si deve ad uno dei suoi più illustri concittadini, Nino Martoglio, famoso commediografo, scrittore e poeta catanese. Sembra che in occasione della prima mondiale dell’opera più famosa di Vincenzo Bellini, la Norma, avesse esclamato “ma chista è una Norma” (chista=questa), a volere sottolineare in tal modo la sublime sinfonia di sapori del piatto.

Consigli:

La melanzana da utilizzare per la preparazione della pasta alla Norma  è la violetta di Palermo, una melanzana di colore viola intenso e dalla forma oblunga. Evitate, se potete, la tunisina, di colore più chiaro e di forma sferica. Le tunisine hanno una polpa meno compatta che in frittura tende a sfaldarsi, mentre quelle oblunghe hanno polpa più soda. Infine, secondo il mio modesto parere, un ruolo importante riveste anche il tipo di pasta da utilizzare; scegliete una pasta corta tipo rigatoni o penne e non spaghetti.

Fasi

1
Fatto

Togliete il picciolo alla melanzana e tagliatela a tocchetti.

2
Fatto

Metteteli in un colapasta con del sale grosso per eliminare l’acqua di vegetazione e pressateli con un peso per favorire l'eliminazione dell'acqua di vegetazione. Dopo circa un’ora sciacquateli e asciugateli accuratamente.

3
Fatto

Lavate i pomodori, fateli sbollentare in acqua per un minuto quindi spellateli, eliminate i semi e sminuzzateli.

4
Fatto

In una padella fate imbiondire l’aglio con un filo d’olio e versate i pomodori tagliuzzati, aggiungete il basilico, aggiustate di sale e pepe e fate restringere il sugo.

5
Fatto

Friggete i tocchetti di melanzane in olio abbondante e, una volta tolto quello in eccesso con della carta assorbente, versateli nella salsa dove cuoceranno per pochi minuti a fiamma moderata.

6
Fatto

Lessate la pasta in abbondante acqua salata, scolatela quando ancora è al dente e giratela nella salsa. Fate amalgamare per bene quindi impiattate.

7
Fatto

Completate con una spolverata di ricotta salata, guarnite con una fogliolina di basilico e servite calda.

Recensioni della ricetta

Non ci sono ancora recensioni per questa ricetta. Scrivi la tua recensione!
polpette con sugo in agrodolce
precedente
Polpette di carne col sugo in agrodolce
melanzane alla parmigiana
prossima
Melanzane alla parmigiana

Aggiungi il tuo commento