0 0
Pitoni messinesi

Condividilo sui social:

O puoi semplicemente copiare e condividere questo URL

Ingredienti

Numero Porzioni:
per l'impasto:
250 gr di farina di semola di grano duro
250 gr di farina 00
1/4 di litro di acqua
1 cucchiaino di zucchero
10 gr di lievito di birra
25 gr di sale
1/2 bicchiere di olio EVO
per il ripieno:
1 mazzo di scarola
250 gr di pomodorini
150 gr di tuma
10 filetti di acciughe sott'olio
qb origano
qb olio per friggere
qb sale

Informazioni nutrizionali

7.9g
Proteine
21.3g
Grassi
24.2g
Carboidrati
1.7g
Zuccheri
0.8g
Fibra
316
Kcal

Aggiungi la ricetta ai Preferiti

Devi accedere o registrarti per aggiungere la ricetta ai preferiti.

Pitoni messinesi

Allergeni:
  • Anidride solforosa e solfiti
  • Cereali contenenti glutine
  • Latte e derivati
  • Pesce e derivati

I pitoni sono un classico dello street food della città di Messina, una pasta lievitata molto sottile e farcita con indivia, pomodorini, tuma e acciughe.

  • 120 min.
  • 60 min.
  • 180 min.
  • Porzioni 4
  • Media

Ingredienti

  • per l'impasto:

  • per il ripieno:

Introduzione

Condividi

Con i pitoni messinesi ci troviamo nella parte orientale dell’isola a confrontarci con un classico dello street food della città dello stretto. Se volete offendere un messinese dite loro che i pitoni sembrano dei panzerotti romani o dei calzoni palermitani. Effettivamente le differenze sono sostanziali sia nell’impasto che nel ripieno.

ricetta pitoni messinesi

La pasta del pitone infatti, a differenza dei calzoni, deve essere molto sottile; ma è nella farcitura che si trova la particolarità; il pitone messinese è ripieno con indivia, pomodorini, tuma e acciughe. Esiste anche la versione light fatta al forno, ma secondo me non vale la pena; se si trasgredisce che sia con gusto e fatto bene. E se vi piace il cibo di strada date un’occhiata a questa pagina dove trovate tutto lo street food siciliano.

Fasi

1
Fatto

Versate le due farine in una terrina, aggiungete il sale e lo zucchero e mescolate gli ingredienti per bene.

2
Fatto

Create una conca con la farina miscelata.

3
Fatto

Versate metà dell’acqua tiepida in una terrina dove andrete a sciogliere il lievito.

4
Fatto

Cominciate ad impastare la farina aggiungendo di volta in volta l’acqua fino ad ottenere un impasto morbido. Per ultimo aggiungete l'olio EVO e impastate fino a farlo assorbire completamente.

5
Fatto

Poggiate l'impasto in un recipiente cosparso di farina che coprirete con un canovaccio e riponetelo in un posto caldo per circa un’ora.

6
Fatto

A questo punto fate dei dischetti di circa ½ cm di spessore e del diametro di circa 15 cm e lasciateli riposare per altri 10 minuti.

7
Fatto

Nel frattempo lavate la scarola e fatela sbollentare in acqua salata per 10 minuti.

8
Fatto

Tagliate i pomodorini a quarti, la tuma a cubetti e spezzettate le acciughe salate.

9
Fatto

Posizionate un po' di ogni condimento nel dischetto di pasta e profumate con un pizzico di origano.

10
Fatto

Abbiate cura di chiudere bene i lembi della pasta dando una forma di mezza luna.

11
Fatto

Friggete in abbondante olio e servite caldi.

Recensioni della ricetta

Non ci sono ancora recensioni per questa ricetta. Scrivi la tua recensione!
polpette finocchietto selvatico
precedente
Polpette di finocchietto selvatico
pesche sciroppate
prossima
Pesche sciroppate

8 commenti Nascondi commenti

Grazie Olga per avermi segnalato l’errore. Ovviamente sono 25 gr di sale, ricetta ora corretta 🙂

Ciao Luana, il sale è pari a 25 gr che per errore era indicato tra gli ingredienti del condimento anziché dell’impasto mentre per lo zucchero si tratta di un cucchiaio. Ciao e scrivi per qualunque chiarimento.

Ciao Giusy, cosa intendi per freddo? I tempi di lievitazione dipendono da molti fattori e in ogni caso tiene presente che i pitoni richiedono una pasta non molto spugnosa e piuttosto sottile.

Aggiungi il tuo commento