0 0
Palamita fritta: la ricetta del “tonno dei poveri”

Condividilo sui social:

O puoi semplicemente copiare e condividere questo URL

Informazioni nutrizionali

19.8g
Proteine
16.1g
Grassi
5.2g
Carboidrati
0.3g
Zuccheri
0g
Fibre
244
Kcal

Aggiungi la ricetta ai Preferiti

Devi accedere o registrarti per aggiungere la ricetta ai preferiti.

Palamita fritta: la ricetta del “tonno dei poveri”

Allergeni:
  • Cereali contenenti glutine
  • Pesce e derivati

La palamita fritta dà il meglio se gustata assieme ad una insalata di lattuga e un buon bicchiere di vino e poi si sa, il fritto è il fritto

  • 10 min.
  • 15 min.
  • 25 min.
  • Porzioni 4
  • Facile

Ingredienti

Introduzione

Condividi

La palamita fritta può facilmente essere scambiata per una ricetta preparata con un pesce di livello superiore. Conosciuto come “tonno dei poveri” la palamita presenta una carne soda e compatta che facilmente può trarre in inganno. Nella realtà è un pesce da riscoprire la cui versatilità di cottura e le numerose ricette dedicate aggiungono ulteriore valore.

La ricetta della palamita fritta è quasi imbarazzante per la sua elementarietà. Dopo averla ripulita e tagliata a tranci viene infarinata e fritta in abbondante olio fino a renderla dorata. Si fa scolare su qualche foglio di carta, si aggiunge un po’ di sale e qualche goccia di limone e il piatto è pronto.

Provatela anche nella versione in umido cliccando su palamita in umido con pomodorini.

Fasi

1
Fatto

Incidete la pancia della palamita, eliminate le interiora e sciacquate per bene. Tagliatela a fette spesse circa 1.5 cm, quindi lavatela e tamponatela con della carta da cucina.

2
Fatto

Versate la farina in una ciotola e infarinate il pesce da entrambi i lati; scuotetelo delicatamente per eliminare quella in eccesso.

3
Fatto

Ponete sul fuoco una padella con abbondante olio e non appena caldo, stando attenti a non superare mai il punto di fumo , friggete i tranci di palamita fino a quando saranno ben dorati; un paio di minuti per lato saranno più che sufficienti.

4
Fatto

Con una schiumarola adagiateli su carta assorbente, salate con un pizzico di sale e spruzzate con qualche goccia di limone. Guarnite il piatto con spicchi di limone e servite caldi.

Rosaria

Recensioni della ricetta

Non ci sono ancora recensioni per questa ricetta. Scrivi la tua recensione!
stoccafisso alla messinese a ghiotta
precedente
Stoccafisso alla messinese a ghiotta
pitoni messinesi
prossima
Pitoni messinesi

Aggiungi il tuo commento