0 0
Caponata di melanzane e polipetti

Condividilo sui social:

O puoi semplicemente copiare e condividere questo URL

Ingredienti

Numero Porzioni:
500 gr di polipetti
1 melanzana
1 cipolla
150 gr di sedano
1/2 cucchiaio di capperi
1/2 cucchiaio di pinoli
1/2 cucchiaio di uva passa
200 gr di pomodori maturi
75 gr di olive nere snocciolate
qualche foglia di basilico
1/4 di bicchiere di aceto di vino bianco
1/2 cucchiaio di zucchero
olio EVO
sale
sale grosso
pepe

Informazioni nutrizionali

5.7g
Proteine
6.9g
Grassi
5.8g
Carboidrati
4.2g
Zuccheri
1g
Fibre
96
Kcal

Aggiungi la ricetta ai Preferiti

Devi accedere o registrarti per aggiungere la ricetta ai preferiti.

Caponata di melanzane e polipetti

Allergeni:
  • Anidride solforosa e solfiti
  • Frutta a guscio
  • Molluschi
  • Sedano

Ci avevate mai pensato? La classica caponata di melanzane con ingredienti tutti di terra unita ai profumi di mare con dei teneri polipetti

    • Porzioni 2
    • Media

    Ingredienti

    Introduzione

    Condividi

    La ricetta della caponata di melanzane e polipetti o polpo in caponata la si può considerare come un’originale variante della più classica caponata di melanzane. In pratica un piatto tipico della cucina siciliana, dai sapori prettamente terrosi, arricchito dal sapore di mare di teneri polipetti.

    Dopo aver preparato la caponata secondo la ricetta classica sarà sufficiente cuocere il polpo per il tempo necessario. Di solito 20 minuti sono più che sufficienti anche se questo può variare in relazione alla sua grandezza.

    In definitiva una ricetta che dimostra come la nostra cucina offra spunti originali e sorprendenti; non a caso sul blog trovate già un’altra ricetta che prevede l’abbinamento con un altro pesce: la caponata di pesce capone.

    Ed ora andiamo a vedere il procedimento per la caponata di melanzane e polipetti non prima di segnalarvi anche la caponata catanese.

    Fasi

    1
    Fatto

    Cottura dei polipetti:

    Per la caponata di melanzane e polipetti iniziate dai molluschi. Eliminate le interiora dei polipetti, il dente che si trova nella parte inferiore tra i tentacoli e anche gli occhi. Sciacquateli in acqua corrente per eliminare eventuali residui di sabbia e impurità.

    2
    Fatto

    Portate una pentola a bollore e immergeteli facendoli cuocere per circa 20 minuti (il tempo varierà in base alla loro grandezza). Appena cotti scolateli e metteteli da parte.

    3
    Fatto

    preparazione della caponata:

    Lavate la melanzana e tagliatela a cubi di circa 2 cm che disporrete in un colapasta cospargendoli con una manciata di sale grosso. Pressateli con un piatto con sopra un peso per facilitare l'eliminazione dell’acqua di vegetazione. Lasciate spurgare per 40/50 minuti.

    4
    Fatto

    Trascorso il tempo sciacquateli, asciugateli e, dopo aver portato a temperatura abbondante olio, friggeteli. Adagiate su carta assorbente per eliminare l’unto in eccesso.

    5
    Fatto

    Lavate il sedano e con l'aiuto di un coltellino eliminate i filamenti fibrosi. Tagliatelo a pezzettini piccoli e fatelo bollire in acqua per 5 minuti quindi scolatelo e mettetelo da parte.

    6
    Fatto

    Affettate le cipolle e stufatele in poca acqua fino a quando sarà evaporata.

    7
    Fatto

    Versate abbondante olio in una padella e mescolate con la cipolla stufata e i pomodori spellati e tagliati a pezzetti. Coprite con il coperchio e fate cuocere coper 6-7 minuti.

    8
    Fatto

    Aggiungete i capperi dissalati, il sedano bollito, l’uvetta che nel frattempo avete fatto rinvenire in acqua tiepida e i pinoli e il basilico spezzato a mano. Aggiustate di sale e pepe e fate cuocere per 10 minuti.

    9
    Fatto

    Sciogliete lo zucchero nell'aceto e versatelo in padella.

    10
    Fatto

    Incorporate le melanzane fritte e i polipetti e mescolate tutti gli ingredienti per amalgamare tutti i componenti.

    11
    Fatto

    Per ultimo aggiungete le olive cuocendo per un paio di minuti. Profumate con le foglie di basilico spezzato a mano, mescolate un'ultima volta e lasciate raffreddare. Il piatto va servito a temperatura ambiente e, se possibile, preparato il giorno prima così da permettere a profumi e odori di combinarsi.

    SnE85Xz

    Recensioni della ricetta

    Non ci sono ancora recensioni per questa ricetta. Scrivi la tua recensione!
    peperoni al forno patate cipolla
    precedente
    Peperoni al forno con patate e cipolle
    spaghetti con salsa finocchietto selvatico
    prossima
    Spaghetti con salsa di finocchietto selvatico

    Aggiungi il tuo commento