0 0
Testa di turco di Castelbuono

Condividilo sui social:

O puoi semplicemente copiare e condividere questo URL

Ingredienti

Numero Porzioni:
Per la sfoglia:
100 gr di farina 00
1 uovo
1 pizzico di sale
olio per friggere
per la crema:
1 lt di latte intero
100 gr di amido
200 gr di zucchero
2 scorze grattugiate di limoni
1 cucchiaio di cannella Cannella in polvere
per guarnire:
70 gr di goccine di cioccolato
2 cucchiai di cannella Cannella in polvere
codette di zucchero colorate

Informazioni nutrizionali

3.3g
Proteine
7.5g
Grassi
28.9g
Carboidrati
17.5g
Zuccheri
1.8g
Fibra
206
Kcal

Aggiungi la ricetta ai Preferiti

Devi accedere o registrarti per aggiungere la ricetta ai preferiti.

Testa di turco di Castelbuono

Allergeni:
  • Cereali contenenti glutine
  • Latte e derivati
  • Uova

La Testa di turco di Castelbuono è un dolce che si mangia al cucchiaio composto da sottili sfoglie fritte e ricoperte di crema di latte. Piuttosto simile al Biancomangiare ma più ricco

  • 20 min.
  • 15 min.
  • 35 min.
  • Porzioni 12
  • Facile

Ingredienti

  • Per la sfoglia:

  • per la crema:

  • per guarnire:

Introduzione

Condividi

La testa di turco di Castelbuono è un dolce dalle origini antiche e molto presente nell’omonima cittadina madonita. Un dolce poco appariscente, quasi “intimista” che riaccende ricordi di bambini quando mamma preparava il biancomangiare, simile per ingredienti e struttura. La Testa di turco è tipica del comune di Castelbuono, un antico borgo medievale a pochi chilometri da Cefalù.

Testa di turco di Castelbuono

Si presenta come un dolce al cucchiaio, costituito da due strati di sottili sfoglie fritte (scorcia), che vengono ricoperti da una crema di latte aromatizzata da scorza di limone e infine spolverato con cannella, codette di zucchero colorato e gocce di cioccolato. Vediamo subito quali sono gli ingredienti e procedimento per la testa di turco.

Fasi

1
Fatto

prepariamo la sfoglia:

Impastate la farina, l'uovo e il sale in una ciotola fino ad ottenere un impasto liscio e omogeneo.

2
Fatto

Stendetelo con il matterello in modo da ricavare una sfoglia sottilissima, tagliatela così da ottenere delle lasagnette (tipo le chiacchere) e friggetele in abbondante olio di semi caldo fino a quando non avranno assunto un bel colore dorato e saranno spuntate le caratteristiche bolle. Mettetele a sgocciolare su carta assorbente.

3
Fatto

per la crema:

In un pentolino diluite il latte con l'amido e lo zucchero. Servitevi di una frusta in maniera da evitare di fare grumi dopodiché aggiungete la scorza dei limoni.

4
Fatto

Mettete sul fuoco a fiamma bassa, mescolate fino a quando la crema comincia ad addensarsi (non troppo perché altrimenti avrà difficoltà a distribuirsi uniformemente sulle scorze) e allontanate dalla fiamma.

5
Fatto

per il confezionamento:

Disponete un primo strato di scorze fritte in una pirofila, versate un primo strato di crema e spolverate con poca cannella. Ripetete l'operazione con un secondo strato e ricoprite completamente con la crema rimasta.

6
Fatto

Lasciate raffreddare in frigo per almeno un paio d'ore e completate con una spolverata di cannella, codette di zucchero colorate e goccine di cioccolato.

Recensioni della ricetta

Non ci sono ancora recensioni per questa ricetta. Scrivi la tua recensione!
orata al forno
precedente
Orata al forno
pasta con le vongole
prossima
Pasta con le vongole

Un commento Nascondi commenti

Aggiungi il tuo commento