0 0
Pasta e lenticchie classica

Condividilo sui social:

O puoi semplicemente copiare e condividere questo URL

Ingredienti

Numero Porzioni:
300 gr di ditalini rigati
200 gr di lenticchie
1 litro di acqua
2 pomodori pelati
1 spicchio di aglio
1 costa di sedano
1 cipolla
1 carota
1 cucchiaino di rosmarino Rosmarino tritato
1 foglia di salvia
4 foglie di alloro
qualche gambo di prezzemolo
1 ciuffetto di prezzemolo Solo le foglie tritate
qb olio EVO
qb sale
qb pepe

Informazioni nutrizionali

4.6g
Proteine
2.6g
Grassi
19.7g
Carboidrati
1.6g
Zuccheri
2.3g
Fibra
112
Kcal

Aggiungi la ricetta ai Preferiti

Devi accedere o registrarti per aggiungere la ricetta ai preferiti.

Pasta e lenticchie classica

Allergeni:
  • Cereali contenenti glutine
  • Sedano

Un caldo e fumante piatto di pasta e lenticchie in una fredda giornata invernale è sempre un gran bel mangiare

  • 15 min.
  • 35 min.
  • 50 min.
  • Porzioni 4
  • Facile

Ingredienti

Introduzione

Condividi

La Pasta e lenticchie è un classico della cucina popolare italiana ma principalmente diffusa al Centro e al Sud. Il piatto è tra i miei comfort food preferiti, soprattutto durante quelle fredde giornate invernali, quando hai voglia di qualcosa di caldo, cremoso e molto gustoso.

Contrariamente a quanto potrebbe pensarsi la pasta e lenticchie si prepara abbastanza velocemente. Anche partendo dalle lenticchie secche (ancor più con quelle già precotte anche se non le ho mai provate), in poco meno di un’ora riuscirete a gustare un piatto saporito. Se le lenticchie che avete a disposizione sono quelle piccole potete anche evitare di metterle in ammollo. Tuttavia se non avete problemi di tempo fate come me e ammollate le lenticchie per un paio d’ore: servirà per velocizzare la cottura dei legumi e renderle più tenere.

La pasta e lenticchie di mia nonna

Il lunedì era il giorno che immancabilmente, d’inverno e non solo, era dedicato a questo piatto. L’antica saggezza popolare lo cucinava con l’obiettivo di “ripulire” l’organismo dalle esagerazioni della domenica. E per me, che sono sempre stata innamorata di pasta con legumi di qualunque tipo, era un altro giorno di festa. Avvertivo il profumo non appena aperto il portone di casa (e la mia era una casa di 3 piani), un aroma che riempiva le narici fin nel profondo.

E poiché la minestra del lunedì doveva regolare l’intestino mia nonna cucina la pasta e lenticchie senza alcun tipo di soffritto. Versava semplicemente i legumi in pentola (dopo averle tenute a mollo) assieme all’acqua e aggiungeva il resto degli ingredienti tutti e subito a crudo. In poco meno di 30 minuti le lenticchie erano già perfettamente cotte; il tempo di aggiungere un goccio d’acqua calda e si “calava” la pasta, rigorosamente corta. Di solito erano i ditalini rigati ma anche la pasta mischiata o gli spaghetti spezzati si prestano benissimo per questa stupenda ricetta.

Passiamo a vedere la ricetta concludendo con un altro grande classico come la Pasta con fagioli freschi.

Fasi

1
Fatto

Eliminate la buccia e lo strato più esterno della cipolla, pelate la carota con un pelapatate ed eliminate i filamenti del sedano. Sciacquate le verdure e fate una dadolata tagliandole a piccoli cubetti di 5-6 mm. Eliminate la camicia dell'aglio e schiacciatelo con il dorso del coltello, sminuzzate a pezzi grossolani il pomodoro pelato, sciacquate le foglie di alloro e i gambi del prezzemolo.

2
Fatto

Versate le lenticchie all'interno di una scolapasta e sciacquatele sotto un getto di acqua corrente. Controllatele attentamente per essere certi che non contengano impurità o pietruzze.
Inserite le lenticchie all'interno di una pentola capiente assieme a un litro d'acqua fredda.

Nota bene: Controllate sempre sulla confezione se le lenticchie che state utilizzando hanno bisogno di essere messe precedentemente in ammollo o no.

3
Fatto

Nella pentola con le lenticchie e l'acqua aggiungete tutte le verdure tagliate (carota, sedano, cipolla e pomodoro pelato) assieme all'aglio, alle foglie d'alloro, ai gambi di prezzemolo, al rosmarino tritato e alla foglia di salvia. Mettete il coperchio e lasciate cuocere per circa 25/30 minuti. La durata dipende dalla tipologia di lenticchia e se non indicato diversamente sulla confezione.

4
Fatto

Quando mancano circa 5/6 minuti alla cottura finale correggete con il sale e il pepe. Con l'ausilio di una pinza eliminate le foglie di alloro, lo spicchio d'aglio e i gambi del prezzemolo.

5
Fatto

Prima di buttare la pasta controllate che le lenticchie non abbiano assorbito troppa acqua. In questo caso portate ad ebollizione un po' d'acqua e integratela nella pentola. A questo punto cuocete la pasta avendo l'accortezza di mescolare di frequente per evitare che si attacchi sul fondo. Alla stessa maniera controllate che anche durante la cottura della pasta la quantità di liquido sia sufficiente; ma questo dipenderà se preferirete gustare una minestra cremosa o più brodosa.

6
Fatto

Non appena mancheranno 3/4 minuti alla cottura desiderata spegnete il fuoco e incorporate il prezzemolo tritato finemente (lasciatene un po' per la guarnitura finale) assieme ad un giro d'olio extra vergine. Mescolate, incoperchiate e lasciate riposare 5 minuti per raggiungere il giusto punto di cottura.

7
Fatto

Impiattate, completate con un'altra spolverata di prezzemolo tritato e servite ben calda..

Recensioni della ricetta

Non ci sono ancora recensioni per questa ricetta. Scrivi la tua recensione!
cudduruni con ricotta e salsiccia
precedente
Cudduruni con ricotta e salsiccia
pasta con fave fresche e finocchietto
prossima
Pasta con fave fresche e finocchietto

Aggiungi il tuo commento