0 0
Spaghetti con colatura di alici

Condividilo sui social:

O puoi semplicemente copiare e condividere questo URL

Ingredienti

Numero Porzioni:
400 gr di spaghetti
3 cucchiai di colatura di alici
1 spicchio di aglio
1 ciuffetto di prezzemolo
(facoltativo) qb peperoncino
4 cucchiai di olio EVO

Informazioni nutrizionali

10.4g
Proteine
15.4g
Grassi
56g
Carboidrati
3g
Zuccheri
2.1g
Fibre
389
Kcal

Aggiungi la ricetta ai Preferiti

Devi accedere o registrarti per aggiungere la ricetta ai preferiti.

Spaghetti con colatura di alici

Allergeni:
  • Cereali contenenti glutine
  • Pesce e derivati

Un indescrivibile profumo e un sapore che non si dimentica; la colatura di alici contiene veramente il sapore del mare

  • 5 min.
  • 10 min.
  • 15 min.
  • Porzioni 4
  • Facile

Ingredienti

Introduzione

Condividi

Gli spaghetti con colatura di alici sono un primo piatto di pasta che appartiene alla cucina meridionale e non solo siciliana.

Dalla costiera amalfitana, dov’è situato il piccolo comune di Cetara che viene comunemente considerato la patria del garum, come veniva chiamata la colatura di alici nell’antica Roma, giù giù fino a Maratea e, ovviamente, la Sicilia. L’isola vede delle eccellenze di produzione in diversi punti del suo territorio concentrate principalmente ad Aspra (PA) e Sciacca (AG)

Cos’è la colatura

E’ una salsa ricavata da un’antica tecnica di lavorazione delle alici che vengono poste all’interno di piccoli contenitori coperti da un coperchio di legno e pressate. L’azione di pressatura fa affiorare un liquido che viene esposto al sole, all’interno di bottiglie, per far evaporare la parte acquosa.

Ciò che residua, una sostanza molto concentrata, viene riversata nuovamente all’interno delle botticelle con le alici per diverse settimane. Alla fine di questo periodo il liquido che si otterrà, dal colore ambrato e dalla sapidità molto accentuata, verrà spillato, filtrato e pronto per essere consumato.

E’ sufficiente un cucchiaio scarso di colatura per condire alla perfezione un piatto di pasta in grado di donare un intenso profumo e sapore di mare.

Spaghetti con colatura di alici: la ricetta

Una ricetta di una semplicità imbarazzante per la quale sono sufficienti pochissimi e semplici ingredienti. Il tempo di far bollire l’acqua e cuocere la pasta e servirete un piatto gustoso e dalla spiccata personalità. Un primo che si presta sia a pranzi e cene dal carattere informale che più eleganti.

Dopo aver messo sul fuoco la pentola per la pasta, schiacciate l’aglio con cui aromatizzerete un giro abbondante d’olio e poco meno di un cucchiaio di colatura di alici per ogni porzione. Mescolate il tutto assieme al prezzemolo tritato, al peperoncino (facoltativo) e un mestolino di acqua di cottura degli spaghetti. Emulsionate per creare una profumata cremina e mantecate con gli spaghetti appena cotti.

Ricordate di compiere quest’operazione lontano dal fuoco e, soprattutto, di non salare per niente l’acqua : la colatura di alici sarà sufficiente  per dare la giusta sapidità agli spaghetti.

🙂 Guardate anche gli spaghetti con la bottarga di tonno.

Fasi

1
Fatto

Come prima operazione mettete sul fuoco la pentola dove lessare gli spaghetti e nell'attesa che l'acqua arrivi a bollore preparate la salsa.
Importante: non salate l'acqua perché la colatura di alici darà la giusta sapidità al piatto.

2
Fatto

Schiacciate l'aglio, togliete la camicia e mettetelo all'interno di una ciotola capiente dove far saltare la pasta.

3
Fatto

Aggiungete 4 cucchiai di olio extravergine, 3 cucchiai di colatura di alici (la quantità potrebbe variare in base al gusto personale, se preferite un sapore più deciso potete aggiungerne un altro po'), il prezzemolo tritato, il peperoncino (facoltativo), mescolate e mettete da parte.

4
Fatto

Buttate gli spaghetti e quando questi avranno rilasciato una parte di amido nell'acqua di cottura prendetene un mestolino e versatela nella ciotola. Mescolate con un cucchiaio per emulsionarla con gli altri ingredienti così da creare una cremina.

5
Fatto

Appena cotta, scolate la pasta, versatela nella ciotola con la salsa e fatela saltare per amalgamarla. Impiattate e servite dopo aver completato il piatto con un ciuffetto di prezzemolo.

Rosaria

Recensioni della ricetta

Non ci sono ancora recensioni per questa ricetta. Scrivi la tua recensione!
primo sale impanato al forno
precedente
Primo sale impanato al forno
Spezzatino di carciofi e patate con uova
prossima
Carciofi in umido con patate

Aggiungi il tuo commento