0 0
Gattò di patate e melanzane

Condividilo sui social:

O puoi semplicemente copiare e condividere questo URL

Ingredienti

Numero Porzioni:
1 kg di patate
2 melanzane
200 gr di tuma
100 gr di caciocavallo grattugiato
100 gr di mortadella
2 dl di passata di pomodoro
2 uova
80 gr di pangrattato
un mazzetto di prezzemolo
olio EVO
olio per friggere
sale

Informazioni nutrizionali

6.1g
Proteine
10.2g
Grassi
12.7g
Carboidrati
1.1g
Zuccheri
1.3g
Fibre
165
Kcal

Aggiungi la ricetta ai Preferiti

Devi accedere o registrarti per aggiungere la ricetta ai preferiti.

Gattò di patate e melanzane

Allergeni:
  • Anidride solforosa e solfiti
  • Cereali contenenti glutine
  • Latte e derivati
  • Uova

Due saporiti strati di patate farciti da mortadella, melanzane fritte, tuma e caciocavallo. Golosa idea per una cena da piatto unico o un buffet freddo da allestire in anticipo

  • 60 min.
  • 40 min.
  • 100 min.
  • Porzioni 6
  • Facile

Ingredienti

Introduzione

Condividi

Il Gattò di patate e melanzane è un piatto dall’aspetto rustico e ricco di sapore; una ricetta con la quale difficilmente potrete scontentare qualcuno.

Come tutti i gattò si presenta sotto forma di due strati di patate, aromatizzate e condite in vario modo, che racchiudono una farcia i cui ingredienti variano in base ai gusti e alle tradizioni del territorio. In questa occasione un posto di rilievo ricoprono le melanzane, ingrediente principe dell’estate e ancor più arricchito dalla mortadella e da fette di tuma.

Questa è infatti la versione che solitamente viene preparata dalla mia famiglia durante il periodo estivo, quando le melanzane raggiungono la loro perfetta maturazione. Durante l’inverno invece, in mancanza di melanzane,  preferisco una versione ancora più ricca per la presenza del ragù di carne come potete vedere cliccando su gattò di patate.

Il gattò (o gateau) di patate e melanzane lo si può gustare come secondo piatto o come piatto unico, indifferentemente a pranzo o a cena. Oltre che facile è anche versatile perché lo si può preparare in anticipo e servirlo a temperatura ambiente per un picnic o una scampagnata. Per un buffet in piedi potete presentarlo già tagliato a quadrucci con delle comode forchettine.

Fasi

1
Fatto

Sciacquate le melanzane, asciugatele, togliete il picciolo e affettatele con uno spessore di 1 cm circa.

2
Fatto

Disponete le fette in un colapasta cospargendole con un pizzico di sale e lasciatele così per un'ora. Questo perché possano spurgare la loro acqua amarognola.

3
Fatto

Nel frattempo mettete a bollire le patate in abbondante acqua salata. Appena saranno cotte, pelatele e riducetele in purea aiutandovi con uno schiacciapatate.

4
Fatto

Ritorniamo alle melanzane. Trascorso il tempo previsto sciacquatele nuovamente e tamponatele con un panno o della carta da cucina. Versate abbondante olio di semi in una padella e friggetele, quindi adagiatele su carta assorbente perché depositino l'eccesso di unto.

5
Fatto

Alla purea di patate aggiungete le uova, il caciocavallo grattugiato, il pangrattato, il prezzemolo tritato, un pizzico di sale e impastate amalgamando tutti gli ingredienti fino ad ottenere un composto morbido e compatto. Assaggiate ed eventualmente correggete.

6
Fatto

Oleate una teglia di medie dimensioni e spolverizzatela con del pangrattato facendolo aderire su tutta la superficie.
Nota bene: La grandezza della teglia determinerà l'altezza del gateau di patate e melanzane. Personalmente preferisco servire un gateau in cui ci sia proporzione tra gli strati di patate e il ripieno senza che i primi sovrastino il secondo.

7
Fatto

Sistemate metà della purea di patate livellandola con un cucchiaio. Versate qualche cucchiaiata di passata di pomodoro, disponete le fette di melanzane, la tuma tagliata anch'essa a fette, la mortadella e la restante passata.

8
Fatto

Coprite con la purea di patate, avendo cura di livellarla bene e spolverizzate con abbondante pangrattato. Infornate a 200° per 40 minuti circa.

Recensioni della ricetta

Non ci sono ancora recensioni per questa ricetta. Scrivi la tua recensione!
Pasta con alalunga e pesto rosso
precedente
Pasta con alalunga e pesto di pomodori secchi
sciu con crema di ricotta
prossima
Sciù con crema di ricotta: dolci tipici palermitani

Aggiungi il tuo commento