0 0
Pasta cà pastigghia: antica ricetta siciliana

Condividilo sui social:

O puoi semplicemente copiare e condividere questo URL

Ingredienti

Numero Porzioni:
400 gr di pasta corta
300 gr di pastigghia
1 cipolla
1 mazzetto di finocchietti selvatici
3 foglie di alloro
70 gr di pecorino grattugiato
olio EVO
sale
pepe

Informazioni nutrizionali

8.9g
Proteine
7.4g
Grassi
53.5g
Carboidrati
7.3g
Zuccheri
5.7g
Fibra
284
Kcal

Aggiungi la ricetta ai Preferiti

Devi accedere o registrarti per aggiungere la ricetta ai preferiti.

Pasta cà pastigghia: antica ricetta siciliana

Allergeni:
  • Cereali contenenti glutine
  • Latte e derivati

Originale minestra con le castagne secche, ormai scomparsa dalle tavole siciliane, dal sapore dolciastro e caratteristico.

  • 10 min.
  • 90 min.
  • 100 min.
  • Porzioni 4
  • Facile

Ingredienti

Introduzione

Condividi

Quanti sono quelli che conoscono la Pasta cà pastigghia? Scommetto molto pochi, perché se c’è un piatto realmente scomparso della gastronomia siciliana questo entra, senza difficoltà, nella top ten. E’ una ricetta molto antica appartenente alla cucina povera e diffusa in prevalenza tra la popolazione residente in montagna.

La minestra si prepara con le castagne secche e alcuni degli ingredienti tra i più utilizzati come le foglie di alloro e il finocchietto selvatico. La pasta cà pastigghia è ricetta di semplice realizzazione ma che richiede tuttavia una certa dedizione;  si inizia il giorno prima, quando è necessario mettere in acqua le castagne secche perché si ammorbidiscano per cuocere più rapidamente.

Da provare almeno una volta per decidere se rientra tra i propri gusti. Personalmente non sono una grande estimatrice di questo piatto per via del suo sapore dolciastro che tendo a camuffare con una abbondante dose di pecorino grattugiato.

Fasi

1
Fatto

La sera prima di essere cotta mettete la pastigghia in una ciotola piena d'acqua perché possa ammorbidirsi.

2
Fatto

Prima della cottura, con l'ausilio di un coltello a punta, pulite la pastigghia dalla pellicina che ancora persiste tra le pieghe della castagna, quindi sciacquatela in acqua corrente.

3
Fatto

Sfilate il finocchietto selvatico eliminando le parti più coriacee, lavatelo e tagliuzzatelo minutamente.

4
Fatto

In un tegame affettate finemente la cipolla e soffriggetela con un giro d'olio EVO. Appena appassita aggiungete il finocchietto, le foglie d'alloro e le castagne. Aggiungete due bicchieri d'acqua e fate cuocere a fuoco vivace per almeno 60 minuti. Se necessario integrate con un altro po' d'acqua.

5
Fatto

Quando le castagne saranno ben cotte e ridotte a pezzetti, aggiungete tanta acqua quanta necessaria per cuocere la pasta.

6
Fatto

Aggiustate di sale, ultimate la cottura e correggete col pepe nero. Impiattate e servite con una spolverata di pecorino grattugiato.

Recensioni della ricetta

Non ci sono ancora recensioni per questa ricetta. Scrivi la tua recensione!
pasta con la lattuga
precedente
Pasta con la lattuga
capretto al forno con patate e cipolla
prossima
Capretto al forno con patate e cipolle

4 commenti Nascondi commenti

La pastigghia è la castagna essiccata che, per questo, diventa molto dura tanto da dovere essere messa in ammollo la sera prima per ammorbidirla e che dà alla minestra un sapore dolciastro. Ciao

Aggiungi il tuo commento