0 0
Seppioline fritte: consigli per una cottura perfetta

Condividilo sui social:

O puoi semplicemente copiare e condividere questo URL

Ingredienti

Numero Porzioni:
1 kg di seppioline
500 gr di farina di semola di grano duro
qb olio di semi di arachidi
qb sale
Per guarnire;
spicchi di limone

Informazioni nutrizionali

11.3g
Proteine
18.2g
Grassi
17.9g
Carboidrati
1.2g
Zuccheri
0g
Fibra
277
Kcal

Aggiungi la ricetta ai Preferiti

Devi accedere o registrarti per aggiungere la ricetta ai preferiti.

Seppioline fritte: consigli per una cottura perfetta

Allergeni:
  • Cereali contenenti glutine
  • Molluschi

Piccole, tenere e con quella leggera croccantezza data dalla panatura le seppioline fritte sono come la "simenza": una tira l'altra

  • 15 min.
  • 20 min.
  • 35 min.
  • Porzioni 4
  • Facile

Ingredienti

  • Per guarnire;

Introduzione

Condividi

Le seppioline fritte sono un piatto molto saporito e sfizioso che può essere servito come antipasto o secondo piatto in una cena a base di pesce.

E’ sentire comune che qualunque ingrediente venga fritto sia buono e questi piccoli e deliziosi molluschi non fanno eccezione. Anzi possiamo affermare che la frittura per le seppioline ” è la morte loro”.

Seppioline fritte: suggerimenti per una buona frittura

Per una buona esecuzione della ricetta ecco alcuni consigli che vi faranno gustare delle seppioline fritte asciutte, croccanti e non unte:

Iniziamo dall’olio. E’ fondamentale usare un olio con un “punto di fumo” alto. Il punto di fumo è la temperatura oltre la quale l’olio inizia a bruciare rilasciando sostante ritenute dannose per la salute. Ve ne accorgete perché dalla padella si alza una colonna di fumo. L’olio di semi di arachide è quello con un punto di fumo di circa 230°, piuttosto alto. Friggete in olio ben caldo ma senza superare il punto di fumo.

Quando infarinate le seppioline scuotetele servendovi di un setaccio per togliere la farina in eccesso. Eviterete fastidiosi grumi che possono rovinare la frittura.

Usate una farina di semola di grano duro, otterrete una crosticina più croccante rispetto alla classica farina doppio zero.

Salate alla fine quando avrete tolto le seppioline dall’olio e le avrete disposte su carta assorbente.

Completate il piatto guarnendo con delle fettine di limone e servite ben calde.

E per concludere ecco un’altra profumata ricetta come le seppioline in aceto.

ricetta seppie fritte

Nota: ricetta pubblicata a Marzo 2017 e aggiornata a Ottobre 2020

Fasi

1
Fatto

Lavate bene le seppioline e fatele colare in uno scolapasta perché dovranno risultare ben asciutte per evitare che si impastino.

2
Fatto

Mettete la farina in una ciotola e, poco per volta, infarinate le seppioline. Per evitare il formarsi di grumi poco piacevoli eliminate la farina in eccesso scuotendole delicatamente in un setaccio.

3
Fatto

Mettete sul fuoco un tegame con cestello con olio abbondante e non appena caldo friggete le seppioline poco per volta fino a fargli assumere una croccante doratura.

4
Fatto

Adagiatele su carta assorbente, cospargetele con un pizzico di sale e servite ben calde accompagnandole con una spruzzata di limone.

Rosaria

Recensioni della ricetta

Non ci sono ancora recensioni per questa ricetta. Scrivi la tua recensione!
spaghetti con cicale
precedente
Spaghetti con le cicale
ossa dei morti
prossima
Ossa dei morti: croccanti biscotti siciliani

Aggiungi il tuo commento