0 0
Macco di fave secche e finocchietto

Condividilo sui social:

O puoi semplicemente copiare e condividere questo URL

Ingredienti

Numero Porzioni:
400 gr di fave secche
350 gr di pasta corta
1 mazzetto di finocchietti selvatici
qb olio EVO
qb sale
qb pepe

Informazioni nutrizionali

15.4g
Proteine
10.9g
Grassi
49.8g
Carboidrati
7.1g
Zuccheri
19.2g
Fibra
334
Kcal

Aggiungi la ricetta ai Preferiti

Devi accedere o registrarti per aggiungere la ricetta ai preferiti.

Macco di fave secche e finocchietto

Allergeni:
  • Cereali contenenti glutine

Macco deriva da "maccare" cioè ridurre in poltiglia perché in questo piatto le fave vengono cotte fino a disfarsi e diventare cremose e morbide.

  • 15 min.
  • 135 min.
  • 150 min.
  • Porzioni 4
  • Media

Ingredienti

Introduzione

Condividi

Caratteristica del macco di fave secche e finocchietto è quella di cucinare le fave fino al punto di disfarle e renderle cremose. L’etimo del termine “macco” infatti deriva dal latino “maccare” cioè schiacciare, ridurre in poltiglia.  Il macco è uno dei piatti tipici siciliani  ed inserito nell’elenco dei P.A.T. (Prodotti Agroalimentari Tradizionali) del Mipaaf. Le fave secche, dopo essere state ammollate in acqua per almeno un giorno intero, vengono cotte in maniera prolungata fino a disfarsi e ottenere una purea. Rappresenta il tipico piatto povero della cultura contadina siciliana e, forse proprio per questo, veramente buono.

macco fave

Il macco di fave secche e finocchietto la ritroviamo in tutta la Sicilia con significative varianti da provincia a provincia. Esiste la versione con il finocchietto appena citata, quella con cipolla e  sedano o addirittura con carne di maiale. Il macco che preparo io è costituito semplicemente da fave secche sgusciate, ammollate e cotte in acqua salata e aromatizzata dal profumo del finocchietto selvatico. Durante la primavera il macco lo si prepara con le fave fresche. In questo caso il colore risulta più verde e la cottura più veloce, dato che le fave non necessitano dell’ammollo. Il consiglio è di prepararne in quantità perché gustato il giorno dopo è ancora più buono.

Fasi

1
Fatto

La sera prima mettere ad ammorbidire le fave secche in acqua abbondante.

2
Fatto

Sciacquate, sfilate e tagliuzzate il finocchietto.

3
Fatto

Mettete le fave in una pentola di misura adeguata (sarebbe perfetto se fosse di terracotta) con abbondante acqua e poco sale.

4
Fatto

Aggiungete il finocchietto spezzettato e fate cuocere per almeno 2 ore a fuoco basso.

5
Fatto

Quando le fave saranno cotte schiacciatele con un cucchiaio di legno; si otterrà in tal modo una sorta di purea densa e cremosa.

6
Fatto

Allungate tanta acqua quanto serve per cuocere la pasta.

7
Fatto

Salate e portate a termine la cottura. Impiattate spolverando con il pepe e un filo d'olio a crudo.

Recensioni della ricetta

Non ci sono ancora recensioni per questa ricetta. Scrivi la tua recensione!
minestra cardi e finocchietto
precedente
Minestra di cardi e finocchietto
pasta con piselli e lattuga
prossima
Minestra di piselli lattuga e finocchietto

Aggiungi il tuo commento