• Home
  • Antipasti
  • Carciofi alla gibellinese – Una ricetta da provare
0 0
Carciofi alla gibellinese – Una ricetta da provare

Condividilo sui social:

O puoi semplicemente copiare e condividere questo URL

Ingredienti

Numero Porzioni:
12 carciofi
3 spicchi di aglio
1 mazzetto di prezzemolo
2 limoni
3 cucchiai di farina
olio EVO
sale
pepe

Informazioni nutrizionali

3.1g
Proteine
8.4g
Grassi
5.9g
Carboidrati
1.8g
Zuccheri
4.6g
Fibra
110
Kcal

Aggiungi la ricetta ai Preferiti

Devi accedere o registrarti per aggiungere la ricetta ai preferiti.

Carciofi alla gibellinese – Una ricetta da provare

Allergeni:
  • Cereali contenenti glutine

Ricetta semplicissima da preparare ma carica di un avvolgente profumo di limone e resa morbida e vellutata da una cremina a base di farina.

  • 20 min.
  • 25 min.
  • 45 min.
  • Porzioni 4
  • Facile

Ingredienti

Introduzione

Condividi

Se è periodo di carciofi non fatevi sfuggire l’occasione di preparare i Carciofi alla gibellinese. Una ricetta semplice semplice che non lascia indifferenti. Con pochi e facili passaggi e in poco più di mezz’ora preparerete un contorno delicato, profumato e cremoso. Il profumo e la cremosità sono dati dal succo di limone che, mescolato alla farina, creano una cremina che riveste i carciofi in maniera avvolgente.

Preparare questa ricetta è veramente molto semplice. Dopo avere pulito i carciofi privandoli delle foglie più dure, delle spine (se ci sono) e tagliati a spicchi, vanno versati in acqua acidulata con il succo di mezzo limone e lasciati in ammollo per qualche minuto. A questo punto si prepara un trito di aglio e prezzemolo che si fa rosolare in olio EVO. Appena leggermente dorato si aggiungono i carciofi e li si lascia cuocere a fiamma bassa per circa 20 minuti assieme a mezzo bicchiere d’acqua. Nel frattempo spremete il succo di un limone, mescolatelo a mezzo bicchiere d’acqua, tre cucchiai di farina e, non appena cotti, versatelo nel tegame e amalgamate delicatamente. Continuate la cottura ancora  per qualche minuto per far cuocere la farina e servite ben caldi.

E ora se avete letto fin qua date uno sguardo alla Raccolta di Carciofi dove troverete altre decine di buonissime ricette.

Fasi

1
Fatto

Prima di iniziare

E' necessario preparare una ciotola con una soluzione di acqua fredda e il succo di 1/2 limone: questo perché i carciofi hanno la tendenza ad ossidarsi piuttosto velocemente e l’acido citrico presente nel limone ne rallenta il processo.
Tra l'altro vi consiglio di indossare dei guanti a protezione della pelle delle mani per evitare di annerirle.

2
Fatto

A questo punto iniziate pulendo i carciofi privandoli delle foglie esterne più dure. Con un coltello ben affilato tagliate le punte (sia che abbiano le spine oppure no) a circa 3/4 cm dalla sommità. Tagliateli a metà nel senso della lunghezza ed eliminate anche il fieno o barba.

3
Fatto

Continuate tagliando ancora a spicchi ed immergeteli nell'acqua acidulata per qualche minuto. Trascorso il tempo scolate i carciofi e tamponateli con uno strofinaccio per eliminare l'acqua residua.

4
Fatto

Fate un trito di aglio e prezzemolo e mettetelo a rosolare in un tegame assieme a un filo di olio Evo. Appena il battuto risulterà leggermente dorato aggiungete i carciofi assieme a mezzo bicchiere d'acqua. Aggiustate di sale e pepe, coprite e fate cuocere per 20 minuti a fiamma bassa mescolando di tanto in tanto.

5
Fatto

Nel frattempo spremete un limone, versate il succo in mezzo bicchiere d'acqua assieme a 3 cucchiai di farina e mescolate bene.

6
Fatto

Appena risulteranno quasi cotti versate il liquido sui carciofi mescolando con delicatezza per evitare che la farina si attacchi. Fate cuocere ancora per pochi minuti per dar modo alla farina di cuocersi e spegnete. Servite ben caldi.

insalata di carciofi e arance
precedente
Insalata di carciofi e arance
pasta con sugo di carciofi
prossima
Pasta con sugo di carciofi, una ricetta indimenticabile

Aggiungi il tuo commento