0 0
Scorze dei cannoli: come farli in casa

Condividilo sui social:

O puoi semplicemente copiare e condividere questo URL

Ingredienti

Numero Porzioni:
500 gr di farina 00
50 gr di burro
50 gr di zucchero semolato
15 gr di cacao amaro
2 uova
2 scorze grattugiate di limoni bio
50 ml di Marsala
50 ml di vino rosso
50 ml di brandy
50 ml di acqua

Informazioni nutrizionali

8.2g
Proteine
6.1g
Grassi
52.7g
Carboidrati
10.3g
Zuccheri
1.4g
Fibra
306
Kcal

Aggiungi la ricetta ai Preferiti

Devi accedere o registrarti per aggiungere la ricetta ai preferiti.

Scorze dei cannoli: come farli in casa

Allergeni:
  • Anidride solforosa e solfiti
  • Cereali contenenti glutine
  • Latte e derivati
  • Uova

Ecco la ricetta per fare delle perfette scorze di cannoli

  • 60 min.
  • 5 min.
  • 65 min.
  • Porzioni 0
  • Difficile

Ingredienti

Introduzione

Condividi

Questa delle scorze di cannoli è una ricetta che possiamo definire “propedeutica” e con cui preparare uno dei dolci più famosi della pasticceria siciliana: i cannoli siciliani. La scorza dei cannoli altro non è che una cialda di forma cilindrica al cui interno va messa la ricotta opportunamente lavorata. Una buona scorza deve presentare alcune caratteristiche ben precise:

1) deve essere sottile e con un colore non eccessivamente scuro

2) deve essere sottile e croccante senza per questo rompersi al primo morso. Se si frantuma svanisce gran parte del piacere perché impegnati a non far colare la crema di ricotta dappertutto;

3) sulla superficie ci devono essere le bolle, piccole o grandi non importa, ma la loro presenza da l’idea che la scorza è stata appena tirata fuori dall’olio bollente.

buccia dei cannoli

Fasi

1
Fatto

Versate lo zucchero in una planetaria assieme al burro morbido e iniziate a impastare.

2
Fatto

Dopo un paio di minuti aggiungete la scorza grattugiata dei limoni e continuate ad impastare.

3
Fatto

Trascorso un minuto rompetevi le uova e impastate ancora.

4
Fatto

Aggiungete la farina, il cacao e la metà dei liquidi in ricetta.

N.B. (in tutte le preparazioni dove si incontrano polveri e liquidi questi ultimi non vanno mai versati tutti insieme ma soltanto il 50% prima e poi, all'occorrenza, poco per volta, nel caso in cui l’impasto dovesse risultare duro. Si usa questa procedura perché la forza delle farine cambia in base alla qualità. Così facendo si è sempre in tempo per fermarsi. Se invece inseriamo i liquidi tutti insieme e l'impasto risulta eccessivamente molle siamo costretti ad aggiungere polveri rischiando di sbilanciare la texture della ricetta.) In ogni caso ricordate che le quantità dei liquidi indicate sono da considerarsi come quantità max.

Continuate a impastare per qualche minuto poi fate riposare l’impasto per mezz'ora.

5
Fatto

A questo punto prendete l’impasto riposato e ponetelo su una spianatoia. Con l'aiuto di un mattarello ricavate una sfoglia di 1/2 mm di spessore, in ogni caso quanto più sottile possibile perché solo così si produrranno le caratteristiche bolle.

6
Fatto

Con un tagliapasta ovale ricavate delle forme della lunghezza di 10/12 cm. Avvolgete la pasta attorno ai cilindri di alluminio incollandone i due lembi orizzontali con un po’ di burro fuso. Fate aderire bene la pasta, premendo con le dita, perché non si apra durante la cottura.

7
Fatto

In un tegamino mettete abbondante olio di semi per friggere le scorze con tutto il cannello utilizzato per dargli la forma , lasciare

8
Fatto

Quando si saranno dorati su tutti i lati, toglieteli dall'olio e adagiateli su carta assorbente per eliminare quello in eccesso.

9
Fatto

Una volta che si saranno intiepiditi sfilate i cannelli e lasciateli riposare.

Rosaria

Recensioni della ricetta

Non ci sono ancora recensioni per questa ricetta. Scrivi la tua recensione!
pomodori ripieni alla siciliana
precedente
Pomodori ripieni alla siciliana
melanzane trifolate
prossima
Melanzane trifolate

Aggiungi il tuo commento