0 0
La pignolata palermitana è un dolce tipico del periodo carnevalesco, molto buono e soprattutto facile da preparare.

Condividilo sui social:

O puoi semplicemente copiare e condividere questo URL

Ingredienti

Numero Porzioni:
1 kg di farina 00
10 uova
300 gr di zucchero
1 scorza grattugiata di arancia bio
cannella
olio per friggere
per decorare:
300 gr di miele
confettini colorati

Informazioni nutrizionali

7.7g
Proteine
9.5g
Grassi
55.1g
Carboidrati
23.7g
Zuccheri
0.9g
Fibra
334
Kcal

Aggiungi la ricetta ai Preferiti

Devi accedere o registrarti per aggiungere la ricetta ai preferiti.

Pignolata palermitana

Allergeni:
  • Cereali contenenti glutine
  • Uova

La Pignolata è il dolce per eccellenza del periodo carnevalesco nella mia città. Le sue palline fritte, leggermente croccanti fuori e morbide dentro, sono ricoperte di miele e "diavolicchi". Una vera bontà da non mancare

  • 90 min.
  • 20 min.
  • 110 min.
  • Porzioni 0
  • Media

Ingredienti

  • per decorare:

Introduzione

Condividi

A casa mia è da sempre conosciuta come Pignolata e la ricetta che vi propongo oggi è proprio quella della Pignolata palermitana. Si tratta di un dolce tipico del periodo carnevalesco, molto buono e soprattutto facile da preparare. Un impasto a base di zucchero farina e uova, nella proporzione di un uovo ogni 100 gr di farina,  dal quale vengono ricavati dei bastoncini di un centimetro di diametro che sono poi tagliati a dadini.

pignolata palermitana

Una volta fritti in olio di semi vengono cosparsi di miele e coperti da una pioggia di “diavolicchi” cioè confettini multicolori e quindi  sistemati in pirottini per dolci. Elemento peculiare della pignolata palermitana (o Pignoccata) è la consistenza delle sue palline di pasta, croccanti all’esterno e più morbide internamente. La dolcezza del miele e il suo profumo, poi, rendono questo dolce tipico siciliano irresistibile, rendendo veramente difficile fermarsi, insomma della serie “una tira l’altra”. Quindi, se lo “spirito carnevalesco” fa parte integrante del tuo giro vita oltre alla pignolata dai uno sguardo anche alle “Chiacchiere“. Ti è piaciuto questo video? Vuoi essere aggiornato/a sulle nuove ricette e iniziative? Vai ora sulla pagina facebook di Fornelli di Sicilia e metti un bel like.

Fasi

1
Fatto

Setacciate la farina su una spianatoia, aggiungete metà dello zucchero, la buccia grattugiata dell'arancia e amalgamate gli ingredienti.

2
Fatto

Disponete la farina a fontana e rompete le uova che batterete con una forchetta cercando di incorporare pian piano tutta la farina. Impastate fino a formare un composto compatto e consistente. Lasciate riposare per circa 30 minuti in una terrina infarinata e coperta con uno strofinaccio.

3
Fatto

Appena pronta tagliate la pasta a pezzetti e formate dei bastoncini di circa 1 cm di diametro e tagliateli a tocchetti lunghi 1 cm.

4
Fatto

Procuratevi un tegame dai bordi alti con il cestello e versate dell'olio per friggere che porterete alla temperatura di 180°

5
Fatto

Friggete le palline di pasta poche per volta e, non appena dorate, scolatele e fatele asciugare su carta assorbente.

6
Fatto

Appena avrete finito di friggere versate in un tegame capiente il miele, lo zucchero rimanente e 2 cucchiai d'acqua. Appena lo zucchero si sarà completamente sciolto e il composto ammorbidito toglietelo da fuoco e versate la pignolata. Aiutandovi con un cucchiaio di legno giratela bene fin quando si sarà tutta amalgamata con il miele.

7
Fatto

Con un mestolo aggiustatela in un piatto da portata o nei pirottini per dolci e cospargetela di confettini colorati e cannella.
P.S. A piacere potete aggiungere della granella di mandorle tostate e delle scorzette d'arancia candite tagliate piccolissime.

Recensioni della ricetta

Non ci sono ancora recensioni per questa ricetta. Scrivi la tua recensione!
pasta e carciofi
precedente
Pasta con carciofi
nodini di carnevale
prossima
Nodini di carnevale

Aggiungi il tuo commento