0 0
Pasta con macco di piselli secchi

Condividilo sui social:

O puoi semplicemente copiare e condividere questo URL

Ingredienti

Numero Porzioni:
300 gr di spaghetti Spaghetti sminuzzati
300 gr di piselli Piselli secchi.
2 cipollotti
1 carota
1 costina di sedano
olio EVO
sale
pepe

Informazioni nutrizionali

6.1g
Proteine
7.7g
Grassi
31.3g
Carboidrati
4g
Zuccheri
3.5g
Fibre
211
Kcal

Aggiungi la ricetta ai Preferiti

Devi accedere o registrarti per aggiungere la ricetta ai preferiti.

Pasta con macco di piselli secchi

Allergeni:
  • Cereali contenenti glutine
  • Sedano

Morbido, cremoso, vellutato il macco di piselli secchi è una bontà cui è difficile resistere, ancora meglio se si mangia il giorno dopo

  • 10 min.
  • 150 min.
  • 160 min.
  • Porzioni 4
  • Facile

Ingredienti

Introduzione

Condividi

La pasta con macco di piselli secchi è la ricetta perfetta che vi farà sentire amati e coccolati da una minestra calda e cremosa, immancabile per i siciliani durante i freddi mesi invernali. Una bontà che mette l’acquolina in bocca solo a pensarci.

Il macco di piselli, al pari del più conosciuto macco di fave, si ottiene dalla cottura prolungata dei legumi secchi i quali, stracotti, si disfano fino a formare una crema, una sorta di purea morbida e vellutata. Nella pratica quotidiana il macco si può preparare anche con piselli e fave fresche, con il non trascurabile vantaggio di accorciare moltissimo i tempi di cottura.

La ricetta prevede un’esecuzione semplicissima anche se richiede una certa dose di pazienza per via dei tempi di cottura. A questo proposito è buona pratica quella di mettere i piselli secchi a bagno la sera precedente e lasciarveli tutta la notte così da ammorbidirli.

Come per molte altre ricette siciliane di questo piatto vi sono versioni che si differenziano in aspetti più o meno significativi. Esiste un modo di dire in dialetto siciliano che recita così: “ogni testa è tribunale”, a significare che ogni famiglia detiene la propria personale versione. Uno di questi è il formato di pasta che la consuetudine preferisce corta, di solito si usano gli spaghetti spezzati o i ditalini oppure la pasta ammiscata (pasta mischiata). Tra gli ingredienti, invece, qualcuno si spinge fino ad azzardare anche l’aggiunta di pezzettini di pancetta. Ora: va bene sperimentare…ma…

E finiamo con una carrellata di ricette a base di macco: macco di fave secche: la ricetta della nonna, macco di fave fritto, macco di fave e zucca rossa, macco di fave secche e finocchietto.

Fasi

1
Fatto

La ricetta della pasta con il macco di piselli inizia la sera prima della cottura mettendo i piselli secchi in una ciotola colma d'acqua e lasciandoveli tutta la notte; questo aiuterà ad ammorbidirli e ridurre il tempo di cottura.

2
Fatto

Dopo aver lavato e pulito carote, sedano e cipollotti fatene un trito, mettete tutto in una casseruola con 3 cucchiai di olio EVO e fate rosolare.

3
Fatto

Appena il soffritto sarà ammorbidito versate i piselli e coprite con abbondante acqua.

4
Fatto

Fate cuocere per un paio d'ore fino a quando i piselli risulteranno morbidi e cremosi. Se fosse necessario aggiungete acqua all'occorrenza.
NB: Il tempo di cottura potrebbe variare in relazione al tipo di legume per cui è sempre consigliato regolarsi caso per caso.

5
Fatto

Non appena il macco è pronto sminuzzate gli spaghetti mettendoli all'interno di un canovaccio oppure comprate gli spaghetti già spezzati. In alternativa usate altro formato di pasta come i ditalini o le mezze penne e cuoceteli nel macco.

6
Fatto

Cuocete per il tempo indicato sulla confezione e alla fine aggiustate di sale e pepe. Lasciate riposare qualche minuto, impiattate e completate con un filo d'olio a crudo. La pasta con il macco di piselli secchi è ottima anche se consumata fredda.

Rosaria

Recensioni della ricetta

Non ci sono ancora recensioni per questa ricetta. Scrivi la tua recensione!
pasta con ricotta e piselli
precedente
Pasta con ricotta e piselli: piatto cremoso e delicato
gelo di fragole
prossima
Gelo di fragole: fresco e delicato dolce al cucchiaio

Aggiungi il tuo commento