0 0
Pasta con broccoli arriminati

Condividilo sui social:

O puoi semplicemente copiare e condividere questo URL

Ingredienti

Numero Porzioni:
1 broccolo
400 gr di sedanini
1 cipolla
4/5 filetti di acciughe sott'olio
1 cucchiaio di uva passa
1 cucchiaio di pinoli
1/2 cucchiaio di estratto di pomodoro
1 bustina di zafferano
olio EVO
sale
pepe
(facoltativo) pangrattato

Informazioni nutrizionali

5.3g
Proteine
3.6g
Grassi
20.4g
Carboidrati
4.2g
Zuccheri
2.7g
Fibra
130
Kcal

Aggiungi la ricetta ai Preferiti

Devi accedere o registrarti per aggiungere la ricetta ai preferiti.

Pasta con broccoli arriminati

Allergeni:
  • Anidride solforosa e solfiti
  • Cereali contenenti glutine
  • Pesce e derivati

Questa ricetta ha un posto di primo piano nella gastronomia siciliana perché di una bontà e dolcezza uniche. Consigliatissima

  • 15 min.
  • 40 min.
  • 55 min.
  • Porzioni 4
  • Media

Ingredienti

Introduzione

Condividi

Quella di oggi è una di quelle ricette che più tipiche non si può. La Pasta con broccoli arriminati, pur non avendo la stessa notorietà planetaria della pasta con le sarde rappresenta uno dei piatti più buoni in assoluto. Prima di passare alla descrizione della ricetta sono necessarie due precisazioni. Prima precisazione: con il termine “arriminati” si indica l’atto di mescolare e con il quale si rende cremoso il condimento composto da broccoli addolciti dall’uva passa, dai pinoli e dalla cipolla che ne esaltano il gusto, dallo zafferano che lo colora e lo profuma e dalle sarde salate che gli danno un sapore forte e deciso.

pasta e broccoli arriminati

Seconda precisazione: a Palermo, quando si parla di broccoli, si intendono i cavolfiori. La pasta tipica è il bucatino ma io trovo che anche altri tipi come penne, rigatoni o sedanini ci stiano molto bene. La pasta con i broccoli arriminati presenta numerosi varianti a seconda della provincia in cui ci troviamo ad assaggiarlo. Può pertanto capitare di mangiarla con il broccolo bianco o quello verde, in bianco oppure con l’estratto di pomodoro, con lo zafferano o senza, con la “muddica atturrata” (pangratatto tostato) o senza. A voi la scelta e buon appetito.

Fasi

1
Fatto

Pulite il cavolfiore e tagliatelo a pezzetti. Sciacquatelo sotto l’acqua e mettetelo a bollire in una pentola capiente con acqua salata. Quando il cavolfiore sarà cotto, scolatelo e lasciatelo intiepidire. Ricordate di non buttare l’acqua di cottura del cavolfiore nella quale cuocerete la pasta.

2
Fatto

Tritate finemente la cipolla e mettetela in una casseruola capiente assieme a un po' d'olio EVO e lasciate soffriggere a fiamma dolce per qualche minuto.

3
Fatto

Aggiungete i filetti d’acciuga, i pinoli e l’uva passa precedentemente fatta rinvenire in un po’ di acqua calda. In ultimo aggiungete l’estratto di pomodoro, lo zafferano sciolto in un bicchiere d'acqua di cottura e lasciate cuocere per un paio di minuti.

4
Fatto

Aggiungete i broccoli (cavolfiore) tagliati a pezzetti. Aggiustate di di sale e coprite con un coperchio lasciando stufare a fiamma vivace per circa 25 minuti. A questo punto vi consiglio di togliere una parte di condimento e di tenerla da parte.

5
Fatto

Cucinate la pasta nell’acqua in cui avete bollito il cavolfiore e, quando mancheranno 2/3 minuti alla fine della cottura, trasferitela nella casseruola con i broccoli e finitela di cuocere.

6
Fatto

Servite la pasta con i broccoli arriminati con un bel cucchiaio di condimento sopra, una spolverata di pepe e, se volete, del pangrattato tostato.

Recensioni della ricetta

Non ci sono ancora recensioni per questa ricetta. Scrivi la tua recensione!
bucce di fichi d'india
precedente
Bucce di fichi d’india con cipolla in agrodolce
confettura fichi d'india
prossima
Confettura di fichi d’india

Aggiungi il tuo commento