0 0
Cotoletta alla catanese

Condividilo sui social:

O puoi semplicemente copiare e condividere questo URL

Ingredienti

Numero Porzioni:
4 fette di vitello
2 uova
1 spicchio di aglio
100 gr di pecorino grattugiato
100 gr di pangrattato
100 ml di aceto di vino bianco
1 mazzetto di prezzemolo
olio EVO
sale
pepe

Informazioni nutrizionali

13.1g
Proteine
25.3g
Grassi
6.7g
Carboidrati
0.7g
Zuccheri
0.1g
Fibre
312
Kcal

Aggiungi la ricetta ai Preferiti

Devi accedere o registrarti per aggiungere la ricetta ai preferiti.

Cotoletta alla catanese

Allergeni:
  • Anidride solforosa e solfiti
  • Cereali contenenti glutine
  • Latte e derivati
  • Uova

La sua peculiarità consiste nella marinatura in una emulsione di olio e aceto che le conferisce un gusto tutto particolare

  • 15 min.
  • 5 min.
  • 20 min.
  • Porzioni 4
  • Facile

Ingredienti

Introduzione

Condividi

Con la cotoletta alla catanese ci tuffiamo nel pieno della tradizione gastronomica della Sicilia orientale, una ricetta tipica molto amata da tutti.

La cotoletta rappresenta l’ancora di salvataggio quando si è sul filo di lana. Basta scongelare la fettina nel microonde, passare in uovo farina e pangrattato, qualche erbetta e siamo pronti per andare a tavola. D’altronde quanti sono i modi che conosciamo per  cucinare le cotolette? Dalla cotoletta alla palermitana, alla milanese, alla valdostana, alla bolognese, alla trapanese etc.

Peculiarità della cotoletta alla catanese

Ciò che contraddistingue la ricetta e la rende unica consiste nella marinatura in aceto. Prima di essere passata nel pangrattato e nel pecorino la si mette a marinare in un composto di olio e aceto per almeno 10 minuti e poi fatta sgocciolare per bene. La marinatura conferisce un gusto tutto suo e riconoscibile.

La cotoletta è legata in modo particolare a un ricordo della mia infanzia. Avrò avuto 12 o 13 anni e per alcuni anni abbiamo dovuto fare dei viaggi a Roma in treno con cadenza più o meno semestrale. Il treno Palermo Roma delle 19:25 partiva puntuale; mio padre aveva prenotato le cuccette e la mamma aveva preparato dei panini per cena.

Per mangiare aspettavamo di arrivare a Messina, imbarcarci sul traghetto e sbarcare sul continente (allora lo si chiamava così). Superata Reggio Calabria la mamma estraeva il tavolinetto su cui poggiava una tovaglietta a quadri blu, sempre la stessa e apparecchiava. Mi ricordo il sapore di quei panini ancora oggi, con la cotoletta panata nel mezzo.

Il pane, che era diventato leggermente elastico, aveva avuto tutto il tempo per impregnarsi dei profumi e dei succhi della carne. Forse i sapori di una volta erano altri, oppure sono i ricordi che vengono elaborati in modo più o meno fantasioso. Ma quel panino con la fettina si scioglieva in bocca. Ancora oggi, mangiare in treno, è una delle cose che più mi piace; certo anche in macchina o in nave o su un monopattino, anche su un deltaplano a 1000 mt di altezza mi dà gioia. Ma il treno resta sempre il treno.

E ora buon appetito con la ricetta della cotoletta alla catanese.

come fare cotoletta con aceto

Nota: ricetta pubblicata a Luglio 2016 e aggiornata a Settembre 2020

Fasi

1
Fatto

Mettete le fette di carne a macerare in un composto di olio e aceto per almeno 1 ora.

2
Fatto

Su tre distinti piatti disponete il pecorino grattugiato, il pangrattato aromatizzato con un trito di aglio e prezzemolo e le uova sbattute con un pizzico di sale.

3
Fatto

Prendete una fetta di carne marinata e passatela da entrambi i lati prima nel pecorino, poi nelle uova battute ed infine nel pangrattato.

4
Fatto

Friggete in olio abbondante e servite calde.

Recensioni della ricetta

Non ci sono ancora recensioni per questa ricetta. Scrivi la tua recensione!
spaghetti con salsa finocchietto selvatico
precedente
Spaghetti con salsa di finocchietto selvatico
brioche siciliana col tuppo
prossima
Brioche siciliana col tuppo

Aggiungi il tuo commento