0 0
Cipolline catanesi

Condividilo sui social:

O puoi semplicemente copiare e condividere questo URL

Ingredienti

Numero Porzioni:
2 rotoli di pasta sfoglia surgelata
500 gr di cipolle rosse
2/3 cucchiai di acqua
200 gr di mozzarella Mozzarella per pizza
8 fette di prosciutto cotto
2 dl di passata di pomodoro
1 uovo Per spennellare la sfoglia
olio EVO
sale
pepe

Aggiungi la ricetta ai Preferiti

Devi accedere o registrarti per aggiungere la ricetta ai preferiti.

Cipolline catanesi

Allergeni:
  • Anidride solforosa e solfiti
  • Cereali contenenti glutine
  • Latte e derivati
  • Uova

Cipolline catanesi, tra i "pezzi" più amati della tavola calda etnea

  • 30 min.
  • 50 min.
  • 80 min.
  • Porzioni 4
  • Facile

Ingredienti

Introduzione

Condividi

E se ve lo dice una palermitana che le cipolline catanesi hanno qualcosa di… sensuale, potete crederci.

Al di là delle battute scontate sulla trita e stantia rivalità che da sempre vedrebbe contrapposti Palermo e Catania e che ormai hanno fatto il loro tempo, un unico e corale apprezzamento il popolo siciliano tutto tributa alla rosticceria siciliana.

Da Palermo a Ragusa, da Catania a Siracusa e su per tutte le nove provincie dell’isola, la “tavola calda” siciliana è apprezzata e riconosciuta ovunque raggiungendo, per alcuni “pezzi“, vette mitologiche.

Si, perché mentre nel resto del paese prevalgono cornetto e cappuccino, per i siciliani è abitudine piuttosto diffusa quella di fare colazione con un pezzo di rosticceria. E tra bar, rosticcerie e panifici si ha realmente l’imbarazzo della scelta. Siano fritti per i più temerari, oppure al forno per i più morigerati, la tavola calda mette a disposizione un’abbondanza di scelta da creare non pochi tentennamenti.

pitoni messinesi

cazzilli

rollò con wurstel

arancina alla carne

arancina al burro

spitino palermitano

ravazzata con carne

pane cunzatu

sfincione palermitano

calzone con prosciutto e mozzarella

scaccia modicana

pane e panelle

sfincione bagherese

pizzette siciliane

sono solo alcune delle prelibatezze che potrete gustare in Sicilia.

Cipolline catanesi, un pezzo quasi “sensuale”

Protagoniste della ricetta odierna sono le cipolline catanesi. Si tratta di un morbido involucro di pasta sfoglia farcito con prosciutto, polpa di pomodoro, formaggio e cipolle. Le cipolline sono un pilastro dello street food catanese, così come lo sfincione lo è per Palermo e la scaccia per la cucina ragusana.

E io, che le ho mangiate per la prima volta proprio in questa occasione, posso soltanto confermare la sua proverbiale bontà. Come dicevo all’inizio le trovo quasi sensuali: caratteristica che secondo il mio modesto parere è da attribuire al suo morbido ripieno. Un composto ricco e profumato a base di cipolla (il massimo per me che adoro la cipolla), passata di pomodoro, mozzarella e prosciutto cotto.

E allora? Siete rimasti incuriositi delle cipolline catanesi? E allora non vi resta che provarle il prima possibile e farmi sapere cosa ne pensate. Alla prossima ricetta.

Fasi

1
Fatto

Pulite le cipolle e tagliatele a fette sottili, lavatele e fate scolare per bene.

2
Fatto

Prendete una padella, versate abbondante olio EVO e mettetela sul fuoco. Appena caldo versate le cipolle che farete soffriggere. Dopo qualche minuto aggiungete 2/3 cucchiai di acqua e lasciate stufare a fiamma bassa fino a quando la cipolla sarà diventata morbida e trasparente. Salate e pepate.

3
Fatto

Condite la passata di pomodoro con un pizzico di sale e unitela alla cipolla; mescolate e lasciate raffreddare.

4
Fatto

Stendete la pasta sfoglia e ricavatene quattro quadrati.

5
Fatto

Su ogni quadrato adagiate una fetta di prosciutto, un pezzetto di mozzarella e un cucchiaio piuttosto abbondante di cipolle.

6
Fatto

Battete l'uovo e con l'aiuto di un pennello passatelo sui bordi del quadrato. Chiudetelo sovrapponendo gli angoli ripiegando gli angoli opposti.

7
Fatto

Spennellate l'uovo su tutta la superficie e metteteli su una teglia foderata di carta forno. Per evitare che la sfoglia possa aprirsi infilzate uno stuzzicadenti sulla sommità di ogni cipollina.

8
Fatto

Infornate a 180° per circa 20 minuti fino a quando risulteranno ben dorate.

SnE85Xz

Recensioni della ricetta

Non ci sono ancora recensioni per questa ricetta. Scrivi la tua recensione!
cardi in umido con salsa di acciughe
precedente
Cardi in umido con salsa di acciughe
paste elena
prossima
Paste elena: dolce della tradizione siciliana

Aggiungi il tuo commento