• Home
  • Contorni
  • Cipolle in agrodolce, tipico condimento della Sicilia
0 0
Cipolle in agrodolce, tipico condimento della Sicilia

Condividilo sui social:

O puoi semplicemente copiare e condividere questo URL

Ingredienti

Numero Porzioni:
500 gr di cipolle bianche
1/2 bicchiere di aceto di vino bianco
1 cucchiaio di zucchero
60 ml di olio EVO
sale
pepe

Informazioni nutrizionali

0.7g
Proteine
9.6g
Grassi
6.6g
Carboidrati
6.6g
Zuccheri
0.7g
Fibre
113
Kcal

Aggiungi la ricetta ai Preferiti

Devi accedere o registrarti per aggiungere la ricetta ai preferiti.

Cipolle in agrodolce, tipico condimento della Sicilia

Allergeni:
  • Anidride solforosa e solfiti

Ecco come preparare le cipolle in agrodolce con cui guarnire moltissimi piatti di carne, pesce o verdure

  • 10 min.
  • 20 min.
  • 30 min.
  • Porzioni 4
  • Facile

Ingredienti

Introduzione

Condividi

E le cipolle in agrodolce vedono finalmente la luce dopo le vostre numerose richieste. Per chi già conosce la nostra mitica cipuddata o cipollata sa bene come da una ricetta così semplice e dal sapore particolarissimo nascano una miriade di piatti molto buoni.

Cos’è l’agrodolce

Con questo termine si fa riferimento a tutte quelle tecniche e/o condimenti che uniscono ingredienti acidi e dolci. Abbinare zuccheri ed elementi a elevata acidità prima ancora che opera dell’uomo è prerogativa della natura. Numerosi sono i frutti in cui coesistono parte acida e parte dolce, ed è una cosa talmente “normale” che quasi non ci si fa caso (gli agrumi per es.).

L’agrodolce siciliano è generalmente composto da un miscuglio di aceto di vino bianco e zucchero di canna. Meno note al giorno d’oggi sono altre preparazioni in cui la componente acida è affidata al limone o al melograno e quella dolce al miele. In tempi ormai remoti l’azione dolcificante era svolta dall’uva passa e dai datteri.

Oltre che come condimento l’agrodolce, in passato più che oggi, aveva una funzione di conservazione dei cibi, quando non esistevano le tecniche e gli strumenti di refrigerazione moderni. Infatti sia l’acidità che gli zuccheri svolgono un importante ruolo nel combattere la proliferazione microbica e la formazione di muffe.

Ricette con l’agrodolce

Le cipolle in agrodolce  possono gustarsi come contorno o per guarnire piatti di carni bianche, carni rosse, pesce, selvaggina e verdure. Tutte ricette che fanno bella mostra di sé nello Speciale Agrodolce dedicato a questa salsa. Una verticale che ho voluto riservare ad uno dei nostri condimenti più amati e caratteristici. Cliccando sul link troverete decine di ricette, dalle più note a quelle di nicchia. Per fare alcuni esempi non potrebbero mancare

Alcune ricette potrebbero, invece, anche stupirvi come le bucce di fichi d’india con cipolla in agrodolce.

Fasi

1
Fatto

Pulite le cipolle, tagliatele a metà e affettatele a fettine non troppo sottili, diciamo che 1/2 cm andrà più che bene.

2
Fatto

Sciacquatele in abbondante acqua corrente e disponetele in una padella antiaderente assieme ad un bicchiere d'acqua. Cuocete a fiamma media e con il coperchio fino a quando il liquido si sarà asciugato e le cipolle ammorbidite.

3
Fatto

A questo punto aggiungete l'olio, il sale, una macinata di pepe e fate cuocere per circa 10 minuti sempre a fiamma dolce. Mescolate di tanto in tanto per evitare che si attacchino al fondo.

4
Fatto

Nel frattempo fate sciogliere lo zucchero in un bicchiere in cui avete versato l'aceto e mescolate fino a farlo sciogliere.

5
Fatto

Versate l'agrodolce sulla cipolla e lasciate cuocere ancora un paio di minuti fino a farlo sfumare.

6
Fatto

Sistemate la cipollata in una terrina fino a farla raffreddare. Le cipolle in agrodolce danno il meglio se gustate a temperatura ambiente per condire piatti sia di carne che di pesce.

Recensioni della ricetta

Non ci sono ancora recensioni per questa ricetta. Scrivi la tua recensione!
carciofi bolliti
precedente
Carciofi bolliti, cottura dell’antica ricetta siciliana
pane e panelle
prossima
Panelle: 6 utili consigli per un perfetto “pane e panelle”

Aggiungi il tuo commento