0 0
Calamarata con sugo di triglia: la ricetta

Condividilo sui social:

O puoi semplicemente copiare e condividere questo URL

Ingredienti

Numero Porzioni:
400 gr di calamarata
500 gr di filetti di triglie
2 spicchi di aglio
1 cipolla
1 carota
1 gambo di sedano
3 foglie di menta
1 ciuffo di prezzemolo
3 foglie di alloro
origano
3 dl di salsa di pomodoro
1/2 bicchiere di vino bianco
5 cucchiai di olio EVO
sale
pepe

Informazioni nutrizionali

8.2g
Proteine
8.7g
Grassi
21.4g
Carboidrati
2.5g
Zuccheri
1.2g
Fibra
195
Kcal

Aggiungi la ricetta ai Preferiti

Devi accedere o registrarti per aggiungere la ricetta ai preferiti.

Calamarata con sugo di triglia: la ricetta

Allergeni:
  • Anidride solforosa e solfiti
  • Cereali contenenti glutine
  • Pesce e derivati
  • Sedano

Un intenso profumo di mare in un piatto che non dimenticherete.

  • 30 min.
  • 35 min.
  • 65 min.
  • Porzioni 4
  • Media

Ingredienti

Introduzione

Condividi

La Calamarata con sugo di triglia è veramente un bel primo piatto a base di pesce, gustoso ed elegante che riscuote ogni volta un gran successo.  Intanto dovete sapere che ad inizio settimana preparo il mio “piano editoriale”, decido cioè quali sono le ricette da preparare e gli articoli da scrivere per il blog. A volte tuttavia capita che il lavoro così minuziosamente impostato venga stravolto da eventi imprevisti. Di solito questo accade per “colpa” di Gino che oramai saprete essere il mio pescivendolo di fiducia. L’sms con il quale mi comunica qualcosa di allettante fa pressapoco così: “O Rò, viri ca piscavu na chilata di trigghi ca ci manca sulu a parola, chi fa t’arricampi?“; quello che cambia è, di volta in volta, la tipologia del pesce pescato. E questa volta ero ben contenta di cambiare il menu della giornata perché potevo preparare un primo piatto di pesce al quale pensavo da tempo: la Calamarata con sugo di triglie. Già pregustavo quel meraviglioso profumo di pesce che avrebbe invaso casa mia all’ora di pranzo.

Calamarata con sugo di triglia

La ricetta

Il piatto non è difficile da preparare, basta superare indenni gli effetti collaterali provocati dallo stress di sfilettare il pesce ed eliminare con la pinzetta, una per una, tutte le spine; a questo punto il più è fatto. Basta semplicemente preparare il classico trito di cipolla, sedano e carote dove farete scottare per un paio di minuti i filetti e alla fine sfumate con il vino. Quindi si aggiunge la salsa di pomodoro e tutti gli aromi, il prezzemolo tritato l’origano l’alloro e la menta e alla fine aggiustate di sale e pepe. Ricordatevi di mettere da parte qualche pezzettino di triglia che vi servirà per la guarnizione finale del piatto. Quando mancherà un minuto alla cottura della pasta scolatela e mantecate in padella; mescolate delicatamente per evitare di sminuzzare troppo il pesce. Se amate le triglie non perdete l’occasione di assaggiare questa ricetta perché vi donerà un sapore e un gusto indescrivibili. E se vi va date uno sguardo anche alle altre ricette cliccando su ricette con pesce.

Fasi

1
Fatto

Squamate e pulite le triglie, lavatele e riducetele in filetti aiutandovi con un coltello ben affilato.

2
Fatto

Nel frattempo fate bollire dell'acqua salata e cuocete la calamarata.

3
Fatto

Fate un trito di aglio, cipolla, sedano e carote e mettetelo in padella con 5 cucchiai d'olio EVO.

4
Fatto

Rosolare qualche minuto, aggiungete i filetti di triglia ridotti a pezzi e sfumate con il vino bianco.

5
Fatto

Aggiungete la salsa, il trito di prezzemolo, le foglie d'alloro, la menta e l'origano; aggiustate di sale e pepe e portate a cottura. Ricordate di mettere da parte qualche pezzetto di triglia che servirà da guarnizione.

6
Fatto

Quando manca un minuto trasferite la pasta nella padella e terminate la cottura mantecandola con il sugo. Guarnite con i pezzetti di triglia messi da parte e servite ben calda.

rame di napoli
precedente
Rame di Napoli: ricetta, storia e tradizione
baccala a sfincione
prossima
Baccalà a sfincione – Una gustosa ricetta siciliana

Aggiungi il tuo commento