0 0
Biscotti a treccia 

Condividilo sui social:

O puoi semplicemente copiare e condividere questo URL

Ingredienti

Numero Porzioni:
1 kg di farina 00
320 gr di zucchero semolato
300 gr di strutto
3 uova
150 gr di latte
7 gr di ammoniaca per dolci
1 bustina di vanillina
1 cucchiaio di miele
3 gr di sale

Informazioni nutrizionali

7g
Proteine
15.8g
Grassi
57.5g
Carboidrati
19.2g
Zuccheri
1.1g
Fibra
390
Kcal

Aggiungi la ricetta ai Preferiti

Devi accedere o registrarti per aggiungere la ricetta ai preferiti.

Biscotti a treccia 

Allergeni:
  • Cereali contenenti glutine
  • Latte e derivati
  • Uova

Vi piace la colazione classica all'italiana? Ecco la ricetta dei biscotti a treccia, quelli classici da inzuppo; buoni da mangiare anche da soli o mentre si sorseggia un caffè

  • 90 min.
  • 15 min.
  • 105 min.
  • Porzioni 0
  • Media

Ingredienti

Introduzione

Condividi

Al di là di tegolini e campagnolebiscotti a treccia sono il più classico dei biscotti da inzuppo usati nella mia zona per la colazione del mattino. Venduti in qualunque pasticceria o panetteria variano il loro gusto a seconda della tipologia e della quantità di ingredienti usati. La versione che vi presento è quella classica che prevede la sugna (strutto) come parte grassa e che dona a questi biscotti un sapore unico.

Biscotti a treccia ricetta

Si preparano piuttosto velocemente (a parte il tempo di riposo della pasta in frigo) e, appena sfornati, riempiranno la casa di un profumo di cose buone d’altri tempi. Guarda gli altri dolci siciliani presenti nel blog cliccando su Dolci e Dessert.

Fasi

1
Fatto

Setacciate la farina su una spianatoia, create un cratere e aggiungete lo zucchero, il sale, lo strutto ridotto a piccoli pezzi, le uova, il miele e la vanillina.

2
Fatto

Dopo avere amalgamato bene gli ingredienti sciogliete in pochissimo latte l'ammoniaca e aggiungetela al composto. Unite man mano il restante latte fino a ottenere un impasto dalla consistenza simile alla pasta frolla, liscia e consistente ma non dura. Se l’impasto dovesse risultare eccessivamente duro a causa della temperatura esterna, della qualità della farina e della dimensione delle uova, aggiungete poco latte per volta fino ad ottenere un composto elastico.

3
Fatto

Formate una palla, avvolgetela con la pellicola trasparente e riponetela in frigorifero per 60 minuti.

4
Fatto

A questo punto ricavate piccoli tocchi di pasta e realizzate dei bastoncini dallo spessore di 8-9 mm (tenete presente che durante la cottura in forno i biscotti aumenteranno di volume) e lunghi tra i 20/25 cm.

5
Fatto

Unite le due estremità del bastoncino e attorcigliate delicatamente a forma di treccina.

6
Fatto

Disponete i biscotti su una teglia leggermente unta d'olio a distanza di un paio di centimetri l'uno dall'altro, spennellateli con un po' di latte e cuocete in forno preriscaldato a 180 °C per 15/18 minuti (regolatevi in base alle prestazioni del vostro forno) fino a quando assumeranno una bella doratura.

P.S. Non preoccupatevi dell'odore di ammoniaca perché tutti gli impasti dove è presente il bicarbonato di ammonio devono riposare perché il sapore acre evapori. Grazie ad un processo chimico l'ammoniaca, responsabile dei buchetti (occhiature) tipici della lievitazione (sono le bollicine di anidride carbonica e acqua), si decompone immediatamente a temperature superiori ai 35 gradi centigradi.

Recensioni della ricetta

Non ci sono ancora recensioni per questa ricetta. Scrivi la tua recensione!
pasta alla paolina
precedente
Pasta alla paolina con broccoli
zucca con aglio e agrodolce
prossima
Zucca alla salsa d’aglio e capperi

Aggiungi il tuo commento