3 0
Gli anelletti al forno rappresentano il piatto per eccellenza delle Domeniche e delle gite fuori porta a Palermo.

Condividilo sui social:

O puoi semplicemente copiare e condividere questo URL

Ingredienti

Numero Porzioni:
500 gr di anelletti siciliani
250 gr di tritato di vitello
250 gr di tritato di maiale
2 melanzane Melanzane di grandezza media
1 carota
2 coste di sedano
200 gr di pisellini
1.5 lt di salsa di pomodoro
150 gr di concentrato di pomodoro
1 bicchiere di vino rosso
1 cipolla
1 spicchio di aglio
1 ciuffetto di prezzemolo
4 foglioline di basilico
250 gr di tuma
3 foglie di alloro
70 gr di caciocavallo grattugiato
qb pangrattato
1 cucchiaino di zucchero
1 pizzico di noce moscata
olio EVO
sale
pepe

Informazioni nutrizionali

7.1g
Proteine
5.5g
Grassi
13.9g
Carboidrati
3.1g
Zuccheri
1.7g
Fibra
132
Kcal

Aggiungi la ricetta ai Preferiti

Devi accedere o registrarti per aggiungere la ricetta ai preferiti.

Anelletti al forno alla palermitana

Allergeni:
  • Anidride solforosa e solfiti
  • Cereali contenenti glutine
  • Latte e derivati
  • Sedano

Ovvero la lussuriosa pasta fatta con anelletti e immancabile nei giorni di festa e nelle gite fuori porta.

  • 30 min.
  • 120 min.
  • 150 min.
  • Porzioni 6
  • Difficile

Ingredienti

Introduzione

Condividi

Gli anelletti al forno alla palermitana sono il piatto che ogni siciliano porta nel cuore, una ricetta che è sinonimo di domeniche, pranzi in famiglia, scampagnate e feste. La classica “pasta al forno” (o “pasta col forno” quando ero piccola) è sempre una grande gioia per le papille gustative.

Di questa portata esistono numerosissime versioni. In pratica ogni famiglia ha la propria che custodisce gelosamente come un lascito da tramandare agli eredi. E la cosa bella è che sono tutte ugualmente buone. C’è chi usa inserire salame a pezzettini, chi la besciamella, chi fette di provola o tuma. Tutto lecito, il limite ovviamente dipende dal proprio gusto.

E per questo motivo nel video qui sopra potete vedere una mia brevissima apparizione in cui spiego come questa sia la mia versione, quella che da sempre si prepara a casa mia.

Tuttavia ci sono alcuni requisiti da cui un palermitano, nel preparare gli anelletti al forno non può prescindere:

Il formato della pasta: il solo tipo di pasta ammessa sono gli anelletti così chiamata per l’evidente forma ad anello

la forma: a timballo, significa che terminata la cottura in forno la tortiera che la conteneva, di forma rigorosamente rotonda, deve essere rovesciata su un piatto di portata. In tal modo si mettono in evidenza le fette di melanzane fritte che erano state poste sul fondo della tortiera, a loro volta adagiate sul pangrattato, come a volere suggellare uno scrigno che racchiudesse gelosamente il prezioso contenuto

In definitiva avrete già capito che stiamo parlando di una ricetta dall’elevato grado di salivazione. E da non trascurare sarebbe anche quest’altra ricetta: pasta e patate al forno con melanzane.

anelletti al forno alla palermitana

Nota: ricetta pubblicata a Settembre 2017 e aggiornata ad Agosto 2020.

Fasi

1
Fatto

Per il ragù:

Tritate finemente la cipolla, la carota, il sedano, il prezzemolo, lo spicchio d’aglio e fate soffriggere tutto in abbondante olio.

2
Fatto

Aggiungete il tritato che farete rosolare a fuoco vivace per qualche minuto, sgranatelo e sfumate il tutto col vino.

3
Fatto

Aggiungete il concentrato di pomodoro, la salsa e i pisellini.

4
Fatto

Aggiustate di sale e pepe, mettete la noce moscata, il cucchiaino di zucchero, il basilico e l’alloro.

5
Fatto

Fate cuocere a fuoco moderato per circa 1 ora e mezza avendo cura di girare frequentemente. Dovrà risultare un composto fluido e cremoso.

6
Fatto

per gli anelletti:

Sbucciate le melanzane a striscie alternando polpa e buccia.

7
Fatto

Tagliatene una a tocchetti di circa 2 cm per lato e l'altra a fette dello spessore di circa 1 cm e mettetele in un colapasta con del sale grosso per eliminare l’acqua di vegetazione per almeno un'ora.

8
Fatto

Trascorso questo tempo sciacquatele con acqua corrente e asciugatele con un canovaccio.

9
Fatto

In una padella versate abbondante olio di oliva e friggetele. Appena cotte adagiatele su fogli di carta assorbente.

10
Fatto

Lessate gli anelletti in acqua bollente salata, scolatela al dente e rimettetela nel tegame.

11
Fatto

Girate la pasta con il caciocavallo (meno un cucchiaio), aggiungete il ragù (meno una tazza) e la melanzana fritta a tocchetti.

12
Fatto

Ungete con dell'olio EVO una teglia con la cerniera; cospargete di pangrattato e disponete sul fondo le fette di melanzana a raggiera.

13
Fatto

Versate metà della pasta nella teglia aggiungendo un altro po' di ragù.

14
Fatto

Tagliuzzate la tuma a tocchetti e disponetela sulla pasta.

15
Fatto

Versate l'altra metà della pasta pressando bene e chiudete con il ragù rimasto, il cucchiaio di caciocavallo ed una manciata di pangrattato.

16
Fatto

Mettete in forno a 200° per circa 30 minuti.

17
Fatto

Prima di sformare il timballo lasciate riposare per qualche minuto e servite immediatamente.

Recensioni della ricetta

Non ci sono ancora recensioni per questa ricetta. Scrivi la tua recensione!
crespelle o zeppole di riso
precedente
Crespelle di riso, ricetta catanese
calzone siciliano con prosciutto e mozzarella
prossima
Calzone con prosciutto e mozzarella

2 commenti Nascondi commenti

Buongiorno, vorrei sapere se si possono avere le calorie della ravazzata al forno con spinaci mozzarella e besciamella.

Aggiungi il tuo commento